Banca della Campania: la sua storia, le sue filiale e gli ultimi cambiamenti della BPER

41

La Banca della Campania venne fondata nel 2003, che viene poi inglobata nella BPER nel giro di pochi anni (dal 2003 al 2011). Se si è interessati ai servizi offerti da questa Banca, si può continuare a leggere la pagina.

La sua storia

La storia della Banca della Campania, non è, in realtà, molto lunga, visto che è stata inglobata dal Gruppo BPER nel giro di otto anni.

Essa includeva la Banca Popolare dell’Irpinia, l’ex Credito Commerciale del Tirreno, la Banca popolare di Salerno e, dal 2006, anche la Banca del Monte di Foggia. Nel 2004 venne acquistata dalla Eurobanca del Trentino e nel 2005 dall’ABF Leasing. Nel medesimo anno, viene formato il Gruppo BPER, conosciuta in origine come Banca Popolare dell’Emilia Romagna.

Il responsabile della direzione territoriale Campania della Bper, Antonio Rosignoli, nel 2015, affermo che la fusione di questa banca nella BPER, e la scomparsa del logo regionale, fu un’operazione indolore, gestita con trasparenza, e che i servizi offerti, nonché i numeri della Campania, delle filiali e del personale rimasero gli stessi.

I servizi della Banca della Campania

Per conoscere i servizi offerti dalla Banca della Campania, si può visitare il sito ufficiale della BPER. Questo gruppo, infatti, offre servizi sia ai privati che alle imprese e ai professionisti.

Ai privati, offre servizi come conti, libretti bancari, carte, mutui, prestiti, piani di investimenti e risparmi, assicurazioni e piani di previdenza. Ai professionisti ed alle imprese, oltre ai conti correnti, carte, assicurazioni e previdenza, consulenze sugli investimenti e gestione dei rischi, offre finanziamenti di vario tipo. Ad esempio, ai clienti che vogliono espandersi all’estero, propone non sono credito, ma anche delle garanzie.

Per tutti i clienti, sono disponibili dei servizi digitali, per accedere ai propri conti tramite la propria area personale e controllare ed effettuare varie operazioni, come bonifici, ricariche telefoniche e di carte di credito.

Gli altri servizi, invece, comprendono:

  • l’Homepal, con il quale si può affittare e comprare una casa, solo rivolgendosi ad altri privati, senza dover ricorrere a delle agenzie;
  • il Sifà, un servizio di noleggio a lungo termine;
  • la Soluzione Walfare, ovvero un progetto per le piccole medie imprese, i lavoratori e le loro famiglie, che prevede la possibilità di usufruire di piani pensionistici, piani sanitari, etc.

Come altre banche, offre inoltre un servizio dedicato alla tutela ed alla valorizzazione del patrimonio personale o aziendale, ovvero il Private Banking, che prevede consulenze con dipendenti dell’istituto bancario, Global Adivisory, ed altre soluzione bancarie e di finanziamento.

I contatti con Banca della Campania

Tramite il sito, si ha modo di trovare le filiali della Banca della Campania, presenti sul territorio, in provincia di Salerno, ovvero:

  • la filiale di Pontecagnano, all’indirizzo Corso Italia 71, Pontecagnano Faiano;
  • la filiale di Salerno – Agenzia 2, in Via Wenner 79, a Salerno;
  • la filiale di Salerno – Agenzia 4, anch’essa a Salerno, in Viale Richard Wagner 34;
  • la filiale di Bellizzi, nell’omonimo comune, in Via Roma 176.

Per ognuna di questi sedi, si possono trovare gli orari e i vari numeri di telefono e di fax, sempre nel medesimo motore di ricerca.