Calcolo U.L.A: cos’è e come si effettua?

57

Il calcolo U.L.A (Unità Lavorative Anno) non è che il calcolo del numero dei lavoratori di un’impresa, all’interno dell’anno, e chi si è iscritto a un bando o a richiesto qualche finanziamento, probabilmente si sarà imbattuto nel termine. Ma cos’è veramente? Come si effettua. Questo calcolo, secondo la Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, con sentenza numero 15960 del 27 giugno 2017, può avere come fine uno sgravo contributivo e per i nuovi assunti (articolo 44, legge 448/2001).

Che cos’è

Con questo calcolo, si contano il numero complessivo dei lavoratori di un’azienda, che siano a tempo determinato o indeterminato, e viene effettuato annualmente. Sono conteggiati, tutti i dipendenti iscritti nel libri di matricola dell’impresa o che vi siano legato da un contratto. Si considerano dipendenti, inoltre, i soci e i proprietari gestori, e che quindi percepiscono compensi da parte dell’impresa. Se l’impresa ha più di una sede, su territorio regionale o interregionale, devono essere considerati anche i dipendenti all’interno di queste ultime.

Non vengono calcolati gli apprendisti, anche se con un regolare contratto di apprendistato e i dipendenti della casa integrazione straordinaria.

Questo calcolo si effettua ogni mese, e viene considerata attività lavorativa se supera le quindici ore di lavoro al mese, e non vengono compresi i congedi, regolati dal decreto legislativo numero 151 del 26 marzo 2001.

Come si calcola

In un calcolo dell’ULA, si distinguono i lavoratori dell’impresa in varie tipologie, ovvero:

  • dipendenti occupati a tempo pieno, per tutto l’anno preso in considerazione;

  • dipendenti occupati a tempo pieno, per un periodo che sia inferiore all’anno considerato;

  • dipendenti occupati part-time, sia per tutto l’anno considerato che per un periodo solo, all’interno di esso.

Nelle tipologie, vanno specificato quanti sono i lavoratori, e per quanto tempo hanno lavorato. Ad esempio, se un’azienda ha due dipendenti che hanno lavorato per nove mesi, si dovrà fare un calcolo di 2 x 0,75 (nove dodicesimi). Un calcolo frazionato si effettua anche per i lavoratori part-time.

Nel caso che un contratto venga prorogato, esso deve essere valutato di nuovo, se il lavoratore è escluso dal computo della forza media dei dodici mesi precedenti la proroga, fatta eccezione per un rapporto di lavoro instaurato quando il dipendente non aveva ancora cinquant’anni.

Online, è possibile trovare il software per effettuare questo calcolo, ovvero Open Office, che è costituito da un foglio di calcolo, dove vanno inseriti i vari dati nelle celle gialle. Nel caso che questo programma presenti dei problemi, ci si può rivolgere sempre all’assistenza tecnica, senza costi aggiuntivi.