Carte prepagate: cosa sono e chi può emetterle?

50

La carta prepagata rientra nella categoria delle carte di debito, è un strumento per pagare o prelevare dei contanti, che a differenza delle carte di credito non è connessa al conto corrente, e non è intestabile ai minorenni e a chi non risulta essere il titolare. E’ utile soprattutto per effettuare dei pagamenti online, versandovi solo la somma necessaria.

Differenze tra la carta di credito e la carta prepagata

Oltre a non essere connessa ad un conto corrente, la carta prepagata, a differenza di quella credito, ha un addebito istantaneo, ovvero si può spendere solo la somma presenta su di essa, e per richiederla non occorre fornire alla banca o all’ente a cui si richiede la propria solvibilità. Per quanto riguarda i pagamenti, funzionano pressoché allo stesso modo delle carte di credito: con entrambe, si possono effettuare pagamenti online e nei negozi, e da esse si può prelevare dal contante. Se sono collegate a dei circuiti internazionali, possono venire impiegate anche all’estero.

Esistono, sostanzialmente, due tipi di carte di credito:

  • la carta ricaricabile, che può essere utilizzata quando si vuole, fino alla data di scadenza;

  • la carta usa e getta, in cui è già presente un credito e si può utilizzare fino a che quest’ultimo non si esaurisce. In questa tipologia rientrano le cosiddette gift card, che funzionano per lo più come un buono da regalare.

Rispetto a quella di credito, è più facile ottenere una carta prepagata, visto che non occorre avere un conto corrente, e ciò permette di diminuire il rischio di frode all’importo, ma sono più costose, perché oltre ad un canone annuale di mantenimento, possono richiedere delle commissioni sia per i prelievi che per le ricariche, a seconda del canale utilizzato. Inoltre, per l’emissione di alcune di questa carta, ci può essere un costo di emissione.

Questa carte, tuttavia, possono essere munite di un codice IBAN, con le stesse funzioni di base di un qualunque conto corrente, e quindi vi si può versare uno stipendio, emettere un bonifico, ricaricare il telefono cellulare, etc. Sono escluse, da queste operazioni, l’emissione di assegni, in quanto devono essere tutelati da un fondo interbancario.

Chi può emettere la carta prepagata?

Come per le carte di credito, le carte di debito possono essere rilasciate da qualsiasi banca o ente finanziaria. Quelle più utilizzate, sono la Visa Electron e la MasterCard, ed anche le Poste Italiane possono rilasciarle.

Chiunque può richiedere una carta prepagata, mostrando all’ente a cui si vuole richiederlo un documento valido d’identità, dei contatti telefonici ed il codice fiscale.

Ovviamente, bisogna essere maggiorenni, ma esistono anche delle carte prepagate per i più giovani (dai quattordici o in alcuni casi undici anni, ai diciassette anni), la cui richiesta dei essere firmata dai genitori. Forse non tutti riterranno opportuno richiedere una carta prepagata per dei minorenni, ma può rivelarsi utile per acquisti durante una gita scolastica o una vacanza.