Codice tributo 1035: quando si usa e a cosa fa riferimento

75

Dei vari codici tributo, il numero 1035 si usa per fare il versamento delle ritenute sui dividendi. Per sapere cosa significa, quando usarlo e come nel modello F24, si può continuare a leggere questa pagina.

Cos’è e a cosa fa riferimento

Bisogna fare una distinzione ben netta tra l’uso del codice tributo 1035 e il 1036, per evitare di confondere i loro usi. Il primo va usato per le ritenute sugli utili, distribuiti dalle varie società per le ritenute di imposta o di acconto, mentre il secondo è per le ritenute sugli utili distribuite a persone fisiche, che non siano residenti, o ad aziende che hanno delle sedi legali all’estero.

Il codice tributo 1035, quindi, viene utilizzato solo ad alcune categorie di contribuenti: le società di capitali ed enti commerciali, che siano Srl, SpA, cooperative, etc. (inclusi gli enti pubblici), gli istituti di credito, le SIM (Società di Intermediazione Mobiliare), altri intermediari finanziari e società di fiduciarie (che amministrano beni per conto di terzi).

Come inserirlo nel modello F24

Questo codice va inserito nella “Sezione Erario” nel modello F24 dell’Agenzia delle Entrate, alla voce “Imposte dirette – IVA- Ritenute alla fonte – Altri tributi e interessi“.

Delle colonne, andranno poi compilate tutte, tranne gli importi a credito compensati, quindi si dovrà inserire il numero del codice tributo, la rateazione, l’anno di riferimento e gli importi a debito versati. Il totale A, B ed il saldo di entrambi andrà inserito alla fine.