Codice tributo 2002: cos’è, a cosa serve e come si calcola?

130

Il codice tributo 2002 è indispensabile per le aziende che pagano le imposte sul reddito dei prodotti offerti. Per calcolare il suddetto reddito si dovranno tenere conto di alcuni elementi, ed il totale andrà indicato nel modello F24.

A cosa si riferisce e come calcolarlo

Questo codice fa riferimento all’IRES (imposta sul reddito delle società), ed in base all’articolo 73 del TUIR (Testo Unico delle Imposte sul Reddito), a pagare questa tassa sono le società cooperative, di capitali, di mutua assicurazione che risiedono in Italia, gli enti di natura pubblica e privata, e i Trust in cui è predominante l’attività commerciale.

Per questa tassa, l’aliquota prevista è del 24 %, per tutti, indipendentemente dal reddito annuale della società. La base imponibile, tuttavia, deve tenere conto anche dei costi che si possono dedurre, il cui elenco può essere lungo e variare annualmente, soprattutto se cambiano delle normative.

Il meccanismo del pagamento è piuttosto complesso, dato che comprende costi ricavi, e si può pagare un’acconto in un anno e il resto in quello successivo. Se l’acconto dell’IRES risulta superiore ai 258 euro, si può pagare in due rate: la prima entro il 16 giugno, e dovrà essere il 40 % della somma totale, mentre il resto non oltre il 30 novembre. Il saldo totale si pagherà, in seguito, entro il 30 giugno.

Come inserire il codice nel Modello F24

La maggior parte delle aziende, per le tasse, ricorrono sempre a commercialisti e contabili. Chi, comunque, vuole compilare il Modello F24, deve tenere presente che il codice tributo 2002, viene inserito nella sezione dell’Erario denominata “Imposte dirette – IVA, ritenute alla fonte, altri tributi e interessi“.

Nella suddetta sezione, vanno compilate le colonne del codice tributo, nel quale inserire il numero 2002, l’anno di riferimento e quella sugli importi a debito versati. In quest’ultima colonna va inserito la somma che va pagata entro il 30 novembre.

Ciò vale che si decide di pagare l’IRES in un’unica rata, ma per due rate, la prima va indicata con il codice tributo 2001. L’inserimento di questo codice sarà necessario per la detrazione dell’importo totale, da pagare entro novembre.

E’ bene non confondere questo codice con quelli dedicati all’Irpef, ovvero il 1989, 4001, il 4033 e il 4034, soprattutto perché l’IRES e l’Irpef fanno riferimento ad articoli diversi nel DPR numero 917 del 1986.

Visto che è un calcolo complesso, è bene comunque rivolgersi ad un esperto, per calcolare l’importo e rispettare le scadenze previste, rischiando di non dover pagare, in seguito, delle sanzioni.