Codice tributo 4731: cos’è, significato e e guida all’utilizzo

67

Il codice tributo 4731 si usa per pagare un’imposta da pagare dal cosiddetto sostituto d’imposta, quando si deve fare il versamento del saldo Irpef, tramite il modello F24, nel caso che il debito, verso l’Agenzia delle Entrate, superi la somma di 51,65 euro.

A cosa serve questo codice

Quando si legge una busta paga, nel lordo vengono inclusi oneri assistenziali, fiscali e previdenziali, e tra questi c’è l’Irpef, che funge da sostituto d’imposta, nei casi in cui i lavoratori dipendenti non la versano al datore di lavoro. In base alle norme del fisco, il saldo Irpef indicato con questo codice, deve fare riferimento all’anno precedente, per procedere al saldo dell’acconto.

Questo saldo va effettuato entro il 16 luglio, in caso contrario, l’importo può crescere dello 0,4 %. Il pagamento può anche essere rateizzato, al massimo in sette rate, ma la prima deve essere versata entro il 16 giugno. Se la cifra supera i 259,46 euro, si può versare un acconto in due rate, di cui la prima è pari al 40% e la seconda del 60%, entro il 30 novembre.

Le aliquote Irpef cambiano a seconda del reddito:

  • fino a 15,000 euro arrivano al 23%;
  • tra i 15,001 e i 28,000 euro sono del 27%;
  • tra i 28,001 e i 55,000 euro sono pari al 38%;
  • tra i 55,001 e i 75,000 euro arrivano al 41%;
  • al di sopra dei 75,000 le aliquote sono pari al 43%.

Come inserirlo nel modello F24

Come altri codici tributo, il 4731 va inserito nella sezione “Erario“, alle “Imposte Dirette – IVA – Ritenute alla fonte – Altri tributi e interessi”. Qui, il contribuente deve compilare le tabelle:

  • codice tributo, in cui va inserito il numero;
  • rateazione/regione/prov/mese rif, in cui si inserisce il mese di riferimento, indicandolo con un numero (ad esempio, marzo va indicato con il numero 03);
  • anno di riferimento, dove si inserisce l’anno;
  • importi versati a debito, nel quale si indica l’importo da pagare.

Oltre a queste colonne, vanno anche riempite quelle del Totale A e del Totale B, nel quale si sommano di importi a debito e a credito dell’erario in generale, ed il loro saldo, indicato come SALDO (A – B). Gli altri campi vanno lasciati in bianco.