Codice tributo 8913: cos’è, significato e quando si utilizza

269

A differenza di altri codici da inserire nel modello F24, il codice tributo 8913, non fa riferimento a dei tributi, ma a delle sanzioni pecunarie, che bisogna versare all’Agenzia delle Entrate. Per saperne di più, si può continuare a leggere questa pagina.

Che cos’è e quando si usa il codice tributo 8913

Quando si parla di “sanzioni pecunarie imposte sostitutive alle imposte sui redditi”, da inserire nel modello F24 con il codice tributo 8913, si fa riferimento agli immobili che sono stati dati in locazione per uso abitativo. In pratica, devono utilizzare questo codice i proprietari di case che le danno in affitto.

Chi cede un immobile in affitto, deve versare all’Agenzia delle Entrate il 95% dell’importo fiscale dell’anno precedente, da calcolare in base al canone che devono versare gli inquilini, come acconto. Questa tassa va pagata entro il 16 giugno, in un’unica soluzione o in due rate, il 16 giugno ed il 30 novembre.

Se non si paga entro le scadenze previste, il contribuente dovrà ricorrere al ravvedimento operoso. L’importo delle sanzione, varierà a secondo del periodo di ritardo nel pagamento, ovvero:

  • una maggiorazione dello 2,8% dell’imposta, se si paga il ravvedimento entro due settimane dalla data prevista, ma per ogni giorno di ritardo, fino al quattordicesimo, l’imposta per ogni giorno sarà pari allo 0,2%;
  • una maggiorazione del 3% dell’imposta, dal quindicesimo al trentesimo giorno di ritardo;
  • una maggiorazione del 37,5% dell’imposta, se si paga tra i trentuno e i novanta giorni dalla data di scadenza.

Nel caso che il versamento della sanzione venga effettuato dopo i novanta giorni, la cifra da ripagare diventerà più consistente.

Come inserire il codice nel modello F24

Nel modello per l’Agenzia delle Entrate, come per la maggior parte dei codici tributi, il numero 8913, si inserisce nell’area “Imposte dirette – IVA – Ritenute alla fonte – Altri tributi e interessi“, della sezione “Erario“.

Le uniche aree da compilare, per quanto riguarda questo codice, è la colonna in cui riportarne il numero, denominato proprio “Codice tributo”, e l’importo a debito versato. Naturalmente, dopo aver inserito anche gli altri codici, bisogna calcolare il Totale A, B ed il saldo di entrambi.