Codice tributo 9002: che cos’è e come si utilizza

81

Il codice tributo 9002 è uno dei codici utilizzati per i ravvedimenti operosi. Per sapere a quale ravvedimento serve e come inserirlo nel modello F24, si può continuare a leggere la pagina.

A cosa serve il codice tributo 9002

Si ricorre a questo codice, per versare gli interessi relativi al ravvedimento operoso per IVA, imposte dirette o altri tributi che richiedevano la rateazione. Per versarlo, è necessario pagare la prima rata entro un mese dalla data comunicata dalle Agenzie delle Entrate tramite l’avviso bonario, che viene inviato dopo un controllo.

Per il ravvedimento vanno usati sia il codice 9002 e 9001, di cui il primo si riferisce agli interessi, mentre il secondo è per la somma della rata da pagare. Se il ravvedimento supera una certa somma, è possibile anche ricorrere a una rateazione, che può arrivare fino a venti rata (se la somma in questione supera i 50,000 euro). La suddetta sanzione, è pari circa al 30 % della somma.

Come inserirlo nel modello F24

Come per quasi tutti i codici tributo, anche il 9002 va inserito nella sezione “Erario“, nell’area che riguarda i vari tributi e l’IVA. Di questa sezione, andranno poi compilate le colonne che riguardano:

  • il codice;
  • l’anno di riferimento;
  • gli importi a debito;
  • la riga del Totale.

Dopo aver inserito tutti i codici, e sommato gli importi, si potrà calcolare il Saldo A e B. In più, quasi si usano i codici 9001 e 9002 bisogna specificare anche il codice atto, nella sezione dove è richiesto.