Home > Investimenti > Azioni > Covered warrant

Covered warrant

Covered Warrant - Derivati

Che cosa è il covered warrant? Che tipo d’investimento posso fare? Con che rischi? Che rendimenti potrò avere?

Il covered warrant (CW) è uno strumento finanziario derivato, pertanto il suo valore deriva dall’attività sottostante. Più precisamente rientra nei contratti di opzione, ovvero incorpora il diritto di acquistare (call) o di vendere (put) il sottostante individuato, ad un determinato prezzo entro o alla data stabilita. Se il diritto scade in una data precisa, è detto CW europeo, se invece il diritto è esercitabile in ogni momento entro la data di scadenza, è un CW americano.

In genere lo scopo dell’investimento è di vendere il covered warrant prima della scadenza e non esercitare il diritto di cui sopra.

L’obiettivo è di vendere appena il prezzo di mercato permetterà di effettuare il guadagno ipotizzato, anche perché l’esercizio del diritto non mi metterà in condizione di ricevere il sottostante ma il valore corrispondente. A differenza dell’opzione il covered warrant non è un contratto ma un titolo, come i certificati,  emesso da una banca o da un ente autorizzato e  negoziato in un mercato dedicato, in Italia sul SeDex.

Facciamo un esempio:

sulla mia previsione ritengo che la valuta che ho individuato dovrebbe ancora salire di valore entro un certo periodo. A questo punto compro un CW call a € 10 e il diritto che ne deriva di acquistare la valuta, ovvero il sottostante, a €40, ma potendo esercitare il mio diritto anche prima della scadenza, optando per un CW americano.  Se alla scadenza la quotazione della valuta è superiore a € 50, potrò esercitare il mio diritto acquistando la valuta a € 50, e andando ad incassare la differenza positiva che è maturata.

Se viceversa la mia previsione fosse sbagliata e il prezzo della valuta sarà inferiore o pari al prezzo concordato, non eserciterò il mio diritto, limitando la mia massima perdita al prezzo pagato del covered warrant.

Un altro caso che potrebbe presentarsi è quello relativo a una mia previsione di discesa di un titolo obbligazionario e pertanto acquisterò un put warrant di € 100 a € 25. Dovrò vedere se alla scadenza il prezzo dell’obbligazione sarà superiore o inferiore a €100.  Nel caso fosse superiore, non andrò a esercitare il mio diritto, nell’altro se la quotazione sarà € 50, acquisterò sul mercato l’obbligazione, rivendendola e incassando il mio utile pari a € 25. Ovvero il prezzo di vendita è 100- 25 del CW put – 50 per l’acquisto dell’obbligazione, la differenza è l’utile della mia operazione.

Il sottostante del covered warrant come abbiamo visto può essere una valuta , o un’obbligazione estera, ma anche un’azione italiana o estera , un indice, un tasso d’interesse , una commodity, o altro ancora.

Altro elemento che può condizionare il risultato dell’investimento è il grado di liquidità del covered warrant. Infatti, rilevanti volumi di negoziazione garantiscono la possibilità di disinvestire prontamente e prezzi più competitivi.

Avendo la possibilità di lavorare sull’effetto leva, l’’utilizzo dei covered warrant, potrebbe rientrare nelle strategie di ottimizzazione del proprio investimento .

Gianfranco Mozzali

Print Friendly, PDF & Email

3 thoughts on “Covered warrant

Lascia un commento