Home > Investimenti > Arte & Collezionismo > Una donna Manager emergente

Una donna Manager emergente

Una donna manager emergente

Annalaura di Luggo, donna Manager emergente presenta il suo progetto fotografico Occh-IO / Eye-I




Si è tenuta alla Galleria di San Carlo a Milano la presentazione alla stampa delle opere di alcuni artisti dell’iniziativa culturale che verrà realizzata a Milano in occasione di Art Basel Miami Beach 2016. Tra gli artisti che hanno preso parte alla presentazione troviamo Annalaura di Luggo, nata a Napoli, città dove ha concluso i suoi studi universitari laureandosi a pieni voti in Economia e Commercio  città dove vi vive e lavora. Annalaura è anche consigliere delegato di Fiart Mare s.p.a, amministratore unico di Annydi s.r.l e presidente di 3xTe Onlus. Nella sua vita ha intrapreso percorsi e scelte personali diverse, un vero e proprio modello di come la donna oggi possa ricoprire ruoli importanti in un paese dove l’ambizione è molta ma poco è l’aiuto. Le donne manager emergenti sono ancora un numero esiguo e quelle impiegate in azienda sono concentrate soprattutto in pochi settori. Sono comunque all’avanguardia e si sta iniziando a notare i frutti del loro cambiamento.

Lo notiamo nel suo percorso di vita e di lavoro come una donna manager emergente, dall’azienda di nautica, alla comunicazione, con un passaggio importante nel terzo settore, senza mancare di continuare a coltivare la sfera più creativa e artistica. Questo ambito artistico è quello che oggi la coinvolge maggiormente, e che potrebbe aprirle nuovi orizzonti e percorsi più vicini alla sua visione di vita.

Importante il suo progetto fotografico Occh-IO/EYE- I nato per cogliere e restituire in forma amplificata l’occhio, con una evidenza sulla parola IO per evocare quella singolarità di cui è portatore ciascun individuo.




Cercare l’identità, la natura dell’altro, frugare nella profondità del suo sguardo, questi sono gli obiettivi del suo percorso, che seppur difficile è un percorso che apre la comprensione ad un vasto scenario.

Annalaura si focalizza sull’iride, la parte dell’occhio che rimane viva e splendida, in quanto l’occhio in sé col passare degli anni può essere segnato dallo stress e dal tempo. Il suo lavoro è anche un modo per ricordare quanto può essere utile guardare la gente negli occhi, cosa che molti tendono a evitare.

Dopo l’esposizione “Never give up” dedicato ai detenuti del carcere minorile di Nisida, “An triebe im Wandel” al museo di Heidelberg, “Sea visions, 7 punti di vista” mostra al Salone Nautico Internazionale di Genova, “Movision” dedicato al mondo del cinema, il suo prossimo step ha raccontato alla presentazione alla stampa sarà quello di stimolare la collettività alla “visione di chi ne è privato” attraverso il suo progetto artistico “Blind Vision”.

Il suo obiettivo è quindi trasportale la collettività verso nuovi stimoli mai esplorati provenienti dal mondo dei non vedenti.

Ira Hysenllari

Sommario
Una donna Manager emergente
Nome articolo
Una donna Manager emergente
Descrizione
Annalaura di Luggo, donna manager emergente presenta il suo progetto fotografico Occh-IO / Eye-I
Autore
Nome Publisher
economia-finanza.it
Logo Publisher
Print Friendly, PDF & Email