Home > Investimenti > Arte & Collezionismo > Finanziamenti alle aziende

Finanziamenti alle aziende

Finanziamenti alle aziende - Gianfranco Mozzali

Finanziamenti alle aziende? Che cosa posso farmi finanziare e da chi? Che tipo di finanziamento posso ricevere? Ho del capitale, posso fare dei finanziamenti alle aziende?

I finanziamenti alle aziende sono come il petrolio nella nostra società, servono.
Quando un imprenditore decide di avviare anche la più piccola attività   ha  già  compiuto  un  rilevante   finanziamento,  quello relativo allo sviluppo  dell’idea di business. Pertanto i finanziamenti alle aziende, che possono essere fatti con capitali propri dell’imprenditore e/o con capitali di terzi, assumono forme differenti secondo le dimensioni aziendali e le specifiche necessità.
Come sopra riportato il primo e più importante finanziamento che l’imprenditore deve effettuare è quello relativo alla stesura di quanto ha nella testa. E’ il primo finanziamento da sostenere, che può diventare un investimento se l’iniziativa si realizzerà. In ogni caso anche se la decisione fosse negativa, sono i soldi meglio spesi, si eviterà di perderne forse tanti o troppi in una fase successiva.

Siamo in un periodo particolarmente favorevole per ricevere dei finanziamenti,perchè

a)oltre ai tassi a zero, b) la liquidità in circolazione da parte dei possibili finanziatori è elevata, nel mondo ma anche in Italia. C’è la ricerca del buon investimento, per tanto la predisposizione di un progetto sostenibile, ha altissime probabilità di ricevere i finanziamenti richiesti e di beneficiarne ulteriori nel tempo.
Il primo aspetto da affrontare è la scarsa attitudine dell’imprenditore o del neoimprenditore a “fermarsi”, per la raccolta delle informazioni necessarie alla predisposizione di un documento di fattibilità o di una richiesta di finanziamento. Ricordiamoci che il tessuto imprenditoriale italiano è composto di piccole e micro aziende, che soffrono il peso di questi adempimenti, anche se capiscono che sono passaggi obbligati se vogliono accedere a dei finanziamenti. Certamente per aziende strutturate di medie o grandi dimensioni questi problemi di raccolta dati non si pongono e sono residuali, l’attività si concentra sulla comunicazione agli stakeholder.




A questo primo aspetto talvolta se ne aggiunge un secondo, che può diventare il primo ed è la modifica dei requisiti da parte dei finanziatori (enti,banche, società finanziarie, business angel, e altri).
Ci sono comunque diverse forme di finanziamenti alle aziende, dalle prime fasi di start up e in particolare per i giovani imprenditori, per poi proseguire con l’acquisto dei beni mobili, materiali e immateriali, e immobili . Quando l’attività è avviata, e ben gestita, i finanziamenti non mancano, c’è solo il problema di individuare quello più indicato, con un’esclusione, la richiesta generica di “cassa” non finalizzata. Esiste anche la possibilità di costruire finanziamenti specifici, i così detti finanziamenti strutturati, studiati “ad hoc”in base alla capacità di generare cash flow.
In ogni caso, visto l’ampio mercato, sia di domanda sia di offerta, dei finanziamenti alle aziende, diventa importante raccogliere anche il parere di esperti consulenti.

Gianfranco Mozzali

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento