Home > Assicurazioni > Hedging

Hedging

Hedging

Hedging? Conviene sempre utilizzare l’hedging per l’investimento? Perché mai, ho un portafoglio difensivo. I costi mi farebbero diminuire il rendimento.




Hedging ovvero le tecniche di copertura del rischio a protezione del capitale, rivestono un aspetto importante in un investimento. L’adozione però dell’hedging è legato anche al tipo di investimento e all’importo a “rischio” del nostro capitale.
Fatta questa premessa, è abbastanza naturale volersi coprire uno o più rischi, già nei nostri articoli “polizza di assicurazione” e “investire in prodotti assicurativi ” sottolineavamo l’importanza di circoscrivere l’alea e quindi ridurre l’area d’incertezza.

Volendo entrare nel vivo del discorso, vediamo cosa ci viene proposto dal mercato.

Se consultate sui vari siti web, ci sono diverse tecniche e modalità che vengono proposte, la mia prima analisi però la farei sui prodotti di investimento che sto utilizzando. Questa procedura ci permetterà di verificare l’effettivo livello di rischio, che di sicuro risponderà a un criterio personale, ma in ogni caso ci porrà nella condizione ottimale per una revisione sulle scelte fatte.

Se sono un investitore, molto attivo, che giornalmente svolgo attività di trading, su vari mercati dalle azioni al forex, con strumenti come i derivati e le opzioni, la convenienza di utilizzare tecniche di hedging è fondamentale, direi quasi intrinseca alla stessa modalità operativa.

Tra le varie scelte da adottare, vi è quella di intervenire con l’hedging solo quando si capisce che sta o può concludersi il “momento propizio”. Non nascondo che intravedo notevoli rischi senza un piano preventivo, perché esiste un aspetto emotivo che agisce in modo differente su ciascuna persona, difficile da gestire quando la decisione deve essere presa immediatamente.

Certo le società d’investimento ovviano questi aspetti, attraverso l’adozione di modelli informatici, talvolta costruiti internamente in base alla tipologia e all’indirizzo dell’investimento e degli obiettivi che in termini di rendimento si sono dati. Di sicuro, più i mercati sono volatili e la nostra operatività elevata o in crescita, l’attenzione alla pianificazione dovrà diventare maggiore, prevedendo, come già sopra indicato, degli automatismi di hedging nel trading.

Che strumenti possono essere impiegati? Tanti e al passo con le nuove forme d’investimento, anche se quelli più utilizzati sono i futures e le opzioni binarie .

Nel caso invece dell’investitore attivo, ma con un’operatività minore, l’attenzione all’hedging è posta, ovviamente sugli investimenti più a rischio, ma potrebbe anche essere utilizzata come strumento di diversificazione e d’investimento. La diversificazione è uno dei requisiti principali da rispettare negli investimenti, pertanto se ho obbligazioni estere, potrei acquistare titoli non correlati o viceversa azioni specifiche in quello stesso settore per migliorare la performance.

Come abbiamo avuto modo di vedere più l’operatività è elevata più le tecniche di hedging risultano utili, viceversa nel caso di un portafoglio difensivo, pertanto con rischi minimi, l’esigenza tende a diminuire o a porsi più come integrazione d’investimento .

In ogni caso, la conoscenza approfondita delle tecniche di hedging, può portare a un consistente miglioramento della redditività del capitale investito.

Gianfranco Mozzali

Sommario
Hedging
Nome articolo
Hedging
Descrizione
hedging, tecniche di hedging, hedging e copertura rischi, coperture su titoli, tecniche per le coperture su un portafoglio aggressivo
Autore
Nome Publisher
www.economia-finanza.it
Logo Publisher
Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento