Investimenti all’estero: perché effettuarli? pro e i contro

18

Stai cercando informazioni riguardo a come e perché investire all’estero? Stai leggendo l’articolo che fa giusto al caso tuo! Qui troverai moltissime informazioni, consigli, meccanismi e tanto altro ancora in merito. Continua a leggere per saperne di più. 

Investimenti: come e perché investire all’estero?

Gli investimenti esteri sono un argomento sempre più ricorrente all’interno della nostra società e ciò si deve dal fatto che il mercato e l’economia nazionale sta affrontano un periodo grigio, di forte incertezza e sofferenza che spingono gli investitori ad optare per altre strade apparentemente più sicure. I motivi che spingono un imprenditore ad investire all’estero sono molti, ma ecco le due più importanti di seguito:

  • ricerca e selezione di nuove opportunità di business con target di mercato ben precisi, che nella nazione di residenza non si trovano
  • ricerca di opportunità economiche e a basso costo che nel paese di appartenenza non si trovano
  • risparmio fiscale in generale

Le motivazioni possono essere diverse, perché ormai la globalizzazione ha portato notevoli trasformazioni nel sistema, il quale si caratterizza da una parte da convenienza e bassi costi a importi e patrimoni molto elevati. Dovrai poi prendere in considerazione anche come vorrai investire il tuo capitale all’estero, scegliendo una tra le numerose possibilità:

Vediamo alcune possibilità per investire all’estero:

  • La prima è quella di aprire un rapporto bancario, dal quale potrai, in base alle condizioni applicate, operare anche nel trading, piuttosto che accendere un mutuo immobiliare;
  • Effettuare un’ investimento immobiliare, che, in base alle nostre prospettive future, potrà diventare la tua nuova residenza o domicilio, piuttosto che una casa di vacanza, o invece sarà messo a reddito, senza escludere una possibile valorizzazione per poi metterlo in vendita;
  • Sviluppare nuove iniziative imprenditoriali, o acquistarne alcune già avviate.

Quanto visto non potrà prescindere dalla nostra conoscenza del Paese, che dovrà essere più o meno approfondita in base alle scelte d’investimento che vorremo effettuare.

Investire all’estero: pro e contro

Visti i motivi principali per investire all’estero, non rimane che analizzare quali sono i vantaggi e gli svantaggi che potrebbero derivare da un investimento di questo tipo. Ci sono molti vantaggi di investire all’estero, ecco, di seguito, quali sono i motivi principali per cui ne varrebbe la pena:

  •  avrai un possibile controllo maggiore a proposito dei mercati target
  • otterrai feedback, ovvero risposte e ritorni, continui nel tempo
  • maturerai una capacità di reazione più profonda, più veloce, imparerai a gestire il tuo lavoro e a trattare in modo migliore
  • le attività R&S risulteranno personalizzate sulla base di come si presenterà il mercato target di riferimento
  • non troverai problemi logistici o ritardi nel contattare le risorse umane professioniste

Se deciderai di iniziare a investire all’estero dovrai ricordati che avrai l’obbligo di accedere alla finanza internazionale, in questo modo otterrai altri vantaggi, come per esempio un maggiore confronto con altri utenti di finanziamento, possibilità maggiore di networking internazionale tra più imprese e utenti. In questo modo, come singolo imprenditore o direttamente per la tua impresa, otterrai molti aiuti e vantaggi che non sono da scartare assolutamente, ma anzi possono rivelarsi un vero e proprio aiuto per la tua attività.

Ovviamente, investire all’estero non è un campo tutto rose e fiori, ma come ogni tipo di investimento porta con sé alcuni possibili rischi. Ecco di preciso, di seguito, i principali rischi degli investimenti all’estero in cui l’imprenditore potrebbe incorrere:

  • possibilità di perdita del controllo e gestione dell’azienda come conseguente declino di qualità, rischio che tuttavia si può tenere sotto controllo attraverso un sistema sicuro di middle managemental.
  • possibile perdita durante il passaggio dell’azienda.
  • rischio legato agli investimenti in paesi poco stabili che possono far scendere e far perdere valore ai tuoi investimenti. In questi casi non dovrai fare altro che minimizzare i tuoi investimenti scegliendo le alternative più stabili e migliori.