Home > Investimenti > Azioni > Le valute oggi

Le valute oggi

le valute oggi

Le valute oggi? Che rischio mi vado a prendere? Perché investire in valuta?

Le valute oggi sono un campo minato, avvicinarsi solo perché sono un mercato in forte effervescenza, può essere rischioso, in particolare per chi è spinto dall’idea del “mordi e fuggi”. Vediamo prima lo scenario per cercare di capire se può convenire investire e con quali strumenti.
Come avevamo anticipato nel nostro articolo di ottobre “ le valute euro, dollaro ”, il dollaro si è apprezzato di un buon 15/20% e l’assestamento non è finito, non mancheranno ulteriori oscillazioni prima di individuare un nuovo rapporto di cambio sufficientemente stabile.

Questo perché lo scenario internazionale è in evoluzione, basta vedere come si è comportato il franco svizzero contro l’euro, dove ha dovuto abdicare al cambio che si era dato di 1,20 per giungere a sfiorare la parità. Anche la sterlina si è apprezzata nei confronti dell’euro, che con l’introduzione del “quantitative easing” ha ulteriormente creato una rincorsa al ribasso da parte di altre valute. Insomma lo scenario che si è profilato non è quello di una cooperazione internazionale per la ricerca di una nuova stabilità delle valute, ma quello di una guerra valutaria per mantenere o raggiungere una maggior competitività.

Dopo questa premessa, è chiaro che l’“investimento in valuta“ richiede una propensione al rischio elevato, in particolare con questo contesto.

Vediamo comunque se è possibile costruire qualche ipotesi d’investimento, anche perché è proprio in questi momenti che si possono presentare situazioni particolarmente interessanti.

Stiamo assistendo ad una politica, che cerca di avere una moneta debole per poter maggiormente esportare e aumentare il PIL nazionale. Quindi una nazione andrà ad importare maggiori materie prime, mentre nel medio periodo si troverà a dover gestire le spinte dell’inflazione.
Se questo ciclo economico viene rispettato, potremmo immaginare che le aziende che esportano saranno favorite o viceversa penalizzate in base al valore del cambio della loro moneta, rispetto al mercato in cui esportano. Altro aspetto da considerare è quello dei produttori di materie prime, che potranno beneficiare di una crescita se avranno prodotti competitivi. Per ultimo nel tempo, sono da tenere in considerazione le società o i beni che proteggono il capitale dall’aumento dell’inflazione.

Come conseguenza sta a noi decidere i prodotti d’investimento se azioni , ETP, oro o un mix di questi o altri. Viceversa chi è un profondo conoscitore del mercato valutario probabilmente opererà sul Forex .
Ovviamente questo è uno dei possibili scenari, per di più sviluppato a livello macro, e che ha come obbiettivo il mantenimento e l’incremento del proprio capitale nel tempo.

Gianfranco Mozzali

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento