Quanto ci mette un bonifico ad arrivare?

600

Prima di ricevere un bonifico bisogna aspettare alcuni giorni, e questo lasso di tempo può variare da banca a banca. Ovviamente, nel caso che si debba versare un bonifico all’estero sia la procedura che le tempistiche sono diverse, ed è bene informarsi presso l’istituto di credito a cui si rivolge.

Chi può effettuare e ricevere un bonifico

E’ bene capire chi può effettuare un bonifico e chi può riceverlo. Può versare dei bonifici chi ha un conto corrente e una carta prepagata con IBAN, e si può effettuarlo sia ad uno sportello bancario che online, tramite la propria area riservata. E’ possibile anche per chi non ha un conto fare un bonifico, con i contanti o un bancomat, e per entrambi i casi è necessario, portare un documento d’identità valido e compilare un modulo proprio per il bonifico.

Chi riceve una somma di denaro tramite questo tipo di pagamento, deve avere, obbligatoriamente, sempre un conto o una carta che comprendano l’IBAN.

A prescindere dalle tempistiche in cui si riceve, si consiglia sempre di usare il bonifico per un accredito, perché è più sicuro, tracciabile e revocabile. Inoltre, bisogna sempre specificare la causale dell’accredito, in modo da dover giustificare, se necessario, un pagamento al fisco (e magari poterlo anche detrarre).

Le tempistiche di un bonifico

Come è già stato accennato in precedenza, i tempi che occorrono per ricevere il bonifico variano da banca a banca, ma ci sono anche altri fattori da considerare, come:

  • la modalità, ovvero se si trasferiscono i soldi tramite internet o allo sportello, di cui la prima è sicuramente più veloce;
  • la destinazione, ovvero il luogo in cui viene indirizzato il pagamento, che richiede tempi diversi. Ad esempio, per paesi che rientrano nell’area SEPA, i tempi possono protrarsi anche fino a cinque giorni;
  • il giorno in cui si effettua il versamento, perché i trasferimenti si fanno nei giorni lavorativi e, di conseguenza, se si effettua online di sabato o domenica, si devono contare i giorni previsti a partire da lunedì.

E’ anche possibile fare un bonifico istantaneo (Sepa Istant Credit), un tipo di bonifico introdotto di recente (il 21 novembre 2017), che permette di accreditare il denaro in pochi secondi. Ma presenta degli svantaggi, come i costi, che possono arrivare anche a 7,50 euro, e non può essere revocato, a differenza di quello ordinario, perché il versamento arriva subito a destinazione. Inoltre, ha un limite massimo di 15,000 euro ad operazione.

Bisogna tenere presente che ogni banca ha un cut-off,  ossia un orario entro il quale si considera eseguito un bonifico. Ad esempio, l’Intesa San Paolo considera i bonifici effettuati entro le 17,30 come quelli giornalieri. Se qualcuno, online o in banca, li versa dopo quell’orario, l’iter di transizione inizierà dal giorno seguente, e contare i tempi d’accredito dal giorno dopo in poi.