Surroga mutuo: cos’è, vantaggi, come si ottiene

46

Stai cercando informazioni a proposito della surroga del mutuo? Vuoi sapere che di che cosa si tratta e a cosa serve? Di seguito, troverai le risposte alle tue domande. In questo articolo sono presenti molte informazioni su cosa è la surroga del mutuo, come si richiede, quali sono i pro e i contro, caratteristiche e tanto altro ancora. Continua a leggere per saperne di più a riguardo.

Surroga del mutuo: cos’è e a cosa serve?

La surroga mutuo, conosciuta anche come surrogazione del mutuo, è la possibilità di un cliente, che ha stipulato un contratto di mutuo con un banca, di passare ad un’altra che risulta essere più conveniente. In poche parole, avresti la possibilità di  trasferire il debito residuo del mutuo immobiliare attuale a un’altra banca che ti propone condizioni migliori, senza aggravio di costi per l’operazione. La procedura della surroga del mutuo è regolata dalla legge 244 del 2007, pertanto ci sono aspetti da rispettare, il principale riguarda l’importo del mutuo. Questo perché la surroga del mutuo è rivolta a favorire chi intende ridurre la rata del mutuo. Pertanto non si può modificare l’importo, ma eventualmente si integra con un finanziamento a parte. Se l’esigenza è di incrementare la liquidità, per necessità legate alla ristrutturazione dell’immobile, si può anche utilizzare la surroga per il mutuo in essere e per l’importo aggiuntivo richiedere un prestito personale per liquidità. Dopo aver fatto i conti sui costi e sul tasso applicato, può anche risultare più conveniente ricorre alla via ordinaria, ovvero estinguere il mutuo in essere e stipularne uno nuovo. In questo modo otterrai almeno il vantaggio di semplificare il pagamento del mutuo con un’unica rata da pagare alle scadenze previste.

Vantaggi della surroga del mutuo

Analizzando questo strumento, si può dire che i vantaggi della surroga del mutuo siano vari, ecco di seguito i principali:

  • costi nulli nell’operazione di cambio banca;
  • revisione del tipo di tasso d’interesse applicato, da fisso a variabile o viceversa;
  • valutazione dello spread applicato sul tasso effettivo;
  • modifica della durata;
  • revisione costi aggiuntivi, come assicurazioni, spese d’incasso, e altre;

Prima di richiedere una surroga del mutuo, dovrai tenere presente e analizzare approfonditamente quali sono i tuoi veri obiettivi e predisporre una lista per priorità, per esempio riguardo alla riduzione degli interessi da pagare, di ottenere una rata d’importo inferiore all’attuale, di avere liquidità aggiuntiva. Attualmente, il periodo è favorevole perché c’è disponibilità da parte delle banche a esaminare queste pratiche. Basta vedere i dati sulla crescita di richiesta mutui per capire che una buona parte sono operazioni di surroga. Inoltre, a fine dell’anno le banche verificheranno gli obiettivi interni e quelle interessate al raggiungimento offriranno una serie di mutui a valide condizioni, in particolare per chi interessato alla surroga. Tieni presente che potrai negoziare buone condizioni perché le rate del mutuo della prima casa che hai pagato in precedenza dimostrano la tua affidabilità e l’equilibrio della tua situazione economica.

Come richiedere la surroga del mutuo?

Per richiedere la surroga del mutuo, dovrai fornire alcuni documenti necessari, ovvero:

  • copia del precedente mutuo e iscrizione ipoteca
  • valore del debito residuo calcolato il giorno della richiesta della surroga
  • informazioni contratto con la nuova banca
  • copia carta d’identità e codice fiscale
  • eventuali moduli di successione eredi dell’immobile
  • Certificato di matrimonio o stato civile
  • informazioni catastali

Per richiedere la surroga non dovrai pagare nulla, se non i 35 euro di tassa di iscrizione surroga.

Il consiglio è sempre di non fare scelte azzardate e eventualmente consultare un esperto fidato. Infatti, un professionista saprà analizzare e capire le tue aspettative e la tua situazione, capendo quale sia l’offerta più conveniente per te al fine di consigliarti e indirizzarti al meglio.