3850 codice tributo: ecco a cosa si riferisce e come usarlo

281

Dei molti codici tributo da inserire nel modello F24 delle tasse, a cosa fa riferimento il numero 3850? A chi serve? Come si deve inserire nel suddetto modulo? Per saperne di più, si può continuare a leggere questa pagina.

A cosa fa riferimento

Questo codice tributo viene usato dalle imprese per il versamento del diritto annuale camerale, ovvero il tributo che si deve ad ogni singola Camera di Commercio. Tra queste imprese sono incluse quelle individuali, le società di persone e di capitali, le unità locali e sedi secondarie di imprese che hanno sede all’estero, i consorzi, gli imprenditori agricoli e i coltivatori diretti, e tutto i soggetti iscritti al REA (Repertorio delle notizie Economiche ed Amministrative).

L’importo da pagare è a misura fissa, e si calcola in base al fatturato, e va pagato all’Agenzia dell’Entrate con la risoluzione numero 46 del 10 aprile 2001. Se non si paga il dovuto entro la data prevista, anche questo versamento è soggetto al ravvedimento operoso, ossia la sanzione che aumenta a seconda del tempo che passa dal mancato pagamento.

Come inserirlo nel modello F24

Per questo codice, sono quattro le colonne del modello F24 a cui fare attenzione, ovvero:

  • la colonna con il codice ente o codice del Comune, in cui inserire il codice della città che compete l’imposta;
  • nella colonna codice tributo, ovvero la settima, in cui va inserito il numero 3850;
  • la colonna anno di riferimento, in cui bisogna inserire l’anno in cui viene fatto il versamento;
  • la colonna con gli importi a debito versati, nella quale va inserito l’ammontare dell’importo.