Aziende brasiliane più quotate: ecco quali sono e cosa si sa di questo mercato

43

Non sono molti che pensano ad investire in paesi del Sud America, ma è possibile trovarvi diverse aziende quotate sul mercato. Per saperne di più su di esse e sull’economia brasiliana, si può continuare a leggere questa pagina.

L’economia brasiliana

E’ bene soffermarsi sull’economia brasiliana, prima di passare ad analizzare le sue aziende. C’è da dire che il Brasile è il settimo paese al mondo per la sua economia, con il suo PIL di 2056 miliardi di dollari americani.

In particolare, esso è attivo nell’ambito dell’agricoltura, in quale coltiva soia, mais, caffè, canna da zucchero, arance, cotone, tabacco, cacao ed anacardi. I suoi allevamenti, poi, sono incentrati sul manzo e sul pollo. Tuttavia, secondo dei dati del 2017, solo l’8 % del suo territorio viene impiegato per le coltivazioni, mentre il 19,7 % è impiegato per l’allevamento.

In ambito minerario, invece, si distingue per la sua estrazione del ferro, di cui è il secondo esportatore mondiale, ma anche tra i cinque maggior produttori al mondo di metalli come rame, oro, bauxite, manganese, stagno, nichel e niobio (di quest’ultimo concentra il 98 % delle riserve mondiali). Non mancano anche giacimenti di pietre preziose come l’agata, il topazio, l’ametista e soprattutto la tormalina, gli smeraldi, l’acquamarina ed il granato.

A livello industriale opera soprattutto nei metallurgico, chimico, alimentare, tessile, elettronico e meccanico. Per quanto riguarda il settore terziario, si concentra soprattutto su trasporti e turismo (è il quarantottesimo paese al mondo più visitato), nonché su piccole microimprese che rappresentano il 30 % del Prodotto Interno Lordo del Paese.

Le società brasiliane più quotate

Ovviamente, prima di investire nelle aziende di qualunque paese è importante informarsi sull’andamento economico del paese e delle società in cui si è interessati, facendosi consigliare da esperti se si è poco pratici di investimenti. Tra le società più quotate in Brasile, comunque, si possono citare:

  • la Petrobras, multinazionale che opera nel settore petrolifero e del gas, ed è al primo posto tra le aziende più quotate del paese, e l’ammontare del suo valore sul mercato è di circa 392,21miliardi di dollari;
  • l’Itaú Unibanco, la banca brasiliana più importante, il cui valore sul mercato è 330,10 miliardi di dollari, fornisce servizi bancari ed assicurativi non solo in Brasile, ma anche in altri paesi dell’America Latina, dell’Europa, dell’Asia e del Medio oriente;
  • la Banco Bradesco, secondo istituto bancario più importante del Brasile, offre anch’essa vari servizi finanziari, da quelli bancari alla gestione del patrimonio, ed il suo valore supera i 290 miliardi di dollari;
  • l’AmBev, azienda produttrice di bevande e birra, è attiva per tutto il Sud America ed il Canada, il suo valore super i 286 miliardi di dollari;
  • la Vale, società che opere nel settore dell’estrazione mineraria, si occupa anche di esplorare, lavorare e produrre metalli. Il suo valore di mercato è di circa 273,79 miliardi di dollari;
  • la JBS, all’undicesimo posto tra le aziende brasiliane più quotate (prima tra quelle del settore alimentare), produce e distribuisce carne di pollo, maiale e bovino, ed ha 150 impianti industriali sparsi per il mondo. Il suo valore di mercato è di 65,08 miliardi di dollari;
  • l’Eletrobras, operante nel settore energetico, con un valore di mercato che supera i 52 miliardi di dollari, ed è il più importante fornitore di energia pulita dell’America Latina.