Azioni più costose: ecco quali sono e dove si acquistano

184

Le azioni sono tra i titoli più quotati in borsa, nonché quelli più acquistati da grandi e piccoli investitori. Ma quali sono le azioni più care sui mercati? Come e dove acquistarli?

Cosa sono le azioni

E’ bene soffermarsi, prima di tutto, su cosa sono le azioni. Esse sono le singole parti unitarie in cui è diviso il capitale di una società per azioni, ed i titolari di queste ultime sono, in pratica, i possessori di un “pezzo” della società in questione, con i relativi diritti ed oneri. Le azioni sono anche dei titoli di credito, ossia strumenti che includono un diritto e facilitano la trasmissione di altri soggetti.

Possono essere quotate e non, ma nel primo caso è più facile acquistarle e venderle. L’azionista, poi, diventa socio e non creditore della società, percependone i dividendi, esprimendo il voto alla assemblee, consultando i libri sociali ed impugnare le delibere invalide alle assemblee.

Si possono distinguere quattro principali categorie di azioni, ovvero:

  • le azioni di risparmio, i cui titolari non hanno diritto di voto nella società, ma solo guadagni di natura economica, riferiti alla distribuzione dei dividendi, generalmente;
  • le azioni privilegiate, che prevedono una prevalenza nella distribuzione dei dividendi, per l’azionista, ha un limitazione del diritto di volo alle sole assemblee straordinarie;
  • le azioni a voto plurimo, non quotate, che conferiscono a chi le possiede solo il diritto a voto;
  • le azioni a voto maggiorato, che possono prevede per l’azionista un voto maggiorato, fino ad un massimo di due, per ciascuna azione.

Queste azioni si possono acquistare in vari modi, ossia sui mercati e nelle borse, nonché sulle piattaforme di trading online, oppure, nel caso di persone fisiche e società, tramite degli intermediari autorizzati, come le banche.

Le azioni più costose

Ci sono azioni che sono più costose di altre, e tra quelle più “care”, si possono includere:

  • le azioni Berkshire Hathaway, una holding statunitense, che vende assicurazioni e servizi finanziari, il cui capitale netto (nel 2020) superava di 81 miliardi di dollari;
  • le azioni Lindt & Sprüngli, nota multinazionale svizzera del settore dolciario;
  • le azioni Rothschild, una banca di investimenti franco-britannica;
  • le azioni NVR Incorporated, altra compagnia statunitense, che si occupa della costruzione di abitazioni;
  • le azioni Amazon Inc, famosa azienda di commercio elettronico;
  • le azioni Seabord Corporation, multinazionale americana diversificata nel settore dell’agrobusiness e dei trasporti con operazioni integrate in diversi settori;
  • le azioni Booking Holdings, società americana che possiede numerosi siti di viaggi, tra cui Booking e Priceline;
  • le azioni Cable One, fornitore di comunicazioni a banda larga americana;
  • le azioni Alphabet Inc, un’azienda statunitense, fondata nel 2015 come holding a cui fanno riferimento la Google LLC ed altre società controllate;
  • le azioni AutoZone Incorporated, il più grande rivenditore americano di parti e accessori per automobili aftermarket;
  • le azioni Markel Corporation, una holding per operazioni assicurative, riassicurative e di investimento in tutto il mondo, sempre americane;
  • le azioni Nippon Building Fund, una società di investimento immobiliare giapponese;
  • le azioni Frontier Real Estate Investment Corporation, un fondo specializzato in strutture di vendita al dettaglio, fondato in Giappone.