BCCAS: ecco cosa si sa di questa banca e i suoi servizi

138

La Banca di Anghiari e Stia, nota con l’acronimo BCCAS, ha la sua sede principale ad Anghiari (Arezzo) ed offre vari servizi. Per saperne di più, si può continuare a leggere questa pagina.

La banca e i suoi principi

Questa banca ha più di cento anni, ma ufficialmente è stata fondata nel 1999, in seguito alla fusione di due istituti storici, ovvero la BCC Anghiari, nata nel 1905, e la BCC di Stia, fondata nel 1920. Essa ha, inoltre, una carta dei valori, in cui esplica chiaramente che:

  • ispira la propria attività alla promozione ed attenzione delle persone, ossia che investe sul capitale umano, costituito da soci, cliente e collaboratori;
  • si impegna nei bisogni finanziari di soci e clienti;
  • ha un principio di autonomia;
  • promuove la partecipazione e la cooperazione tra le persone, nonché il benessere dei soci e del territorio su cui opera;
  • si occupa della crescita professionale di chi ci lavora;
  • valorizza il lavoro dei giovani.

I soci di questa banca, in particolare, si impegnano a contribuire allo sviluppo dell’istituto, lavorandovi intensamente e aderendo ai suoi valori ed alla comunità locale, rispettando un codice etico, che prevede onestà, trasparenza, altruismo e responsabilità sociale. Come già si può vedere nella sua carta dei valori, la BCCAS si concentra soprattutto nella cooperazione con i giovani.

I suoi prodotti

Sono diversi i prodotti e servizi di questa banca, suddivisi soprattutto per tre categorie, ovvero i mezzi di pagamento, i finanziamenti e le assicurazioni. Tra di essi, si possono citare:

  • la CartaBCC Minerva, per tutte le esigenze di spesa, i cui costi di emissione variano a seconda del tipo di rapporto che sia ha con la banca. La commissione ed il rinnovo sono gratuite, ma i costi di sostituzione possono variare dai 30 ai 150 euro. Comprende anche un’assistenza viaggi;
  • le borse di studio per soci e figli di soci, che si ottengono se chi li richiedi ha il massimo dei voti;
  • il corso di alfabetizzazione finanziaria che il Soroptimist Club di Sansepolcro, organizzato dalla banca e da altri comitati locali, per aiutare le donne che hanno una situazione economica fragile.

Per la pandemia dovuta al COVID-19, poi, la banca ed altre aderenti al circuito BCC, hanno promosso iniziative per aiutare le famiglie, come un finanziamento temporaneo e sopravvenuta necessità di liquidità, destinata alle persone con un’anzianità di relazione con la banca di almeno un anno, ed il cui importo massimo riconosciuto è di 100000 euro, sia per i privati che per le imprese.