Bonifico bancario: come si invia?

694

Il bonifico bancario è il mezzo più usato da chi ha un conto per trasferire denaro ed effettuare pagamenti. Ma come si effettua un bonifico bancario? Che vantaggi e svantaggi ha?

Come effettuare un bonifico bancario

Inviare un bonifico bancario non è certo un’operazione complicata, e si può effettuare tale operazione sia allo sportello bancario che tramite Internet Banking. Se si effettua tramite lo sportello bancario, l’impiegato chiede al cliente di consegnargli un modulo compilato, in cui saranno inseriti i dati di chi effettua e riceve un bonifico, l’IBAN del beneficiario, l’ammontare della somma e la propria firma. Se tale trasferimento di denaro deve essere effettuato all’estero, nel modulo occorre specificare in quale paese si trasferisce. Il bonifico si può pagare, allo sportello, sia in contanti che con carta di credito.

Il bonifico online, invece, si può eseguire direttamente dal computer o da un dispositivo come tablet o smartphone, sull’account del sito ufficiale della propria banca, riempiendo i campi richiesti nel modulo online. Il pagamento può essere effettuato sempre con carta di credito o il proprio conto corrente, ma sia queste modalità di pagamento che eventuali costi di commissione dipendono dalla regole della banca. Se si deve effettuare un bonifico postale, le procedure sono pressoché le stesse, e a cambiare possono essere le commissioni.

I pro e i contro del bonifico bancario

Come ogni operazione o strumento finanziario, anche il bonifico bancario può presentare vantaggi o svantaggi. Tra i pro di tale operazione, oltre alla facilità in cui si effettua, si possono includere anche la sicurezza, perché anche se effettuato online gli istituti bancari applicano dei sistemi per evitare frodi o furti e il pagamento è tracciabile. Chi effettua questi trasferimenti di denaro online, inoltre, evita code inutili agli sportelli ed i costi e il tempo sono notevolmente ridotti.

Di svantaggi non ce ne sono molti, e tra essi si possono includere le tempistiche, visto che gli enti bancari per i dovuti controlli impiegano due o quattro giorni, ed anche i costi, che possono variare a seconda sempre della banca o dal tipo di bonifico.