Bonifico SCT: che cos’è? Quali sono i suoi tempi?

1121

Il bonifico SCT (SEPA Credit Transfer) è in uso dal 1° febbraio del 2014, quando ha sostituito il vecchio bonifico nazionale, permettendo di trasferire somme in euro a beneficiari che siano domiciliati o abbiano dei conti nell’area SEPA. Bisogna tenere presente, tuttavia, che le banche possono decidere singolarmente se accettare questi bonifici o no.

Come si effettua questo bonifico

Questo bonifico, se viene accettato dalla banca del beneficiario, non ha un limite di importo, a differenza di quello nazionale che non poteva superare la cifra di 500,000 euro.

Per poter eseguire il bonifico SCT, si devono riportare degli specifici dati, ovvero il nome, l’IBAN e la banca del beneficiario, compreso il codice BIC, l’importo sia in cifre che il lettere, il numero del conto da cui viene addebitato, la descrizione dell’operazione (che non deve superare i 140 caratteri) e la data di esecuzione.

Dopo che il bonifico è stato compilato e pagato, la banca effettua un controllo formale ed infine accetta l’ordine, inviandolo al beneficiario. Visto che è un mezzo di pagamento per l’area SEPA, è possibile effettuarlo in ventotto paesi dell’Unione Europea, compresi l’Islanda, la Norvegia, il Liechtenstein, la Repubblica di San Marino, la Svizzera e il Principato di Monaco.

Nel caso che le condizioni economiche che regolano questo servizio siano sfavorevoli per il cliente, alcune banche, come il Monte Paschi di Siena, devono tenere conto delle variazioni del Decreto Legislativo 385 del 1/09/1993 (Testo Unico Bancario). Se la valuta in questione è diverse dall’euro, l’istituto bancario dovrà tenere conto delle oscillazioni tra la data di disposizione e la data in cui è stato emesso il bonifico.

Quanto costa e quali sono le sue tempistiche

Se non ci sono degli impedimento, l’importo può essere accreditato il giorno stesso dell’emissione del bonifico o il successivo giorno lavorativo (o due, dipende dai casi e dall’istituto).

I costi possono varia a seconda della banca. Ad esempio, ci sono dei conti con canone mensile che comprendono delle operazioni gratuite. I bonifici effettuati per via telematica, ovvero tramite l’Home Banking, hanno di sicuro un costo minore, rispetto a quelli dello sportello. In quest’ultimo caso, l’invio del bonifico ha delle tempistiche istantanee, oltre ad essere più sicuro.