Cessione del quinto: perchè ricorrere a questo prestito?

313

La cessione del quinto è uno dei prestiti più richiesti in Italia, infatti si tratta di uno strumento particolarmente efficiente per accedere al credito. Riservato a lavoratori dipendenti e pensionati, questo prestito garantisce una serie di vantaggi importanti, da valutare con attenzione per capire quale soluzione di credito scegliere in base alle proprie esigenze.

Quali sono le caratteristiche principali della cessione del quinto

I prestiti con cessione del quinto consentono di ottenere un credito fino a 75 mila euro, tuttavia l’importo è vincolato alla rata mensile, la quale non può superare il 20% dello stipendio o della pensione. La durata può arrivare fino a 120 mesi, inoltre non è richiesta alcuna garanzia aggiuntiva, basta presentare il cedolino della pensione o quello dell’ultima busta paga.

Possono richiedere la cessione del quinto i dipendenti pubblici e privati, oppure i pensionati INPS e quelli ex ENPALS ed ex INPDAP. Il prestito non è finalizzato, quindi è possibile usare il credito in modo libero a seconda delle proprie necessità, con pagamento tramite trattenuta effettuata direttamente dal datore di lavoro o dall’INPS.

Come scegliere il prestito con cessione del quinto più adatto

La cessione del quinto viene erogata da banche e finanziarie autorizzate, tuttavia non è semplice individuare l’opzione più conveniente e adatta. Gli aspetti da valutare infatti sono numerosi, dai costi dell’istruttoria e della polizza obbligatoria, fino alle tempistiche di erogazione, inoltre è essenziale presentare una richiesta adeguata ai requisiti previsti.

Per trovare facilmente la soluzione di credito migliore conviene rivolgersi a professionisti, ad esempio affidandosi al supporto degli esperti di PrestiValore, finanziaria iscritta all’Organismo Agenti e Mediatori (OAM),  specializzata nella consulenza per la cessione del quinto per dipendenti e pensionati e altre forme di credito al consumo. In questo modo è possibile usufruire di un sostegno qualificato, per scoprire le opzioni di prestito più idonee per le proprie esigenze personali.

Quali sono i vantaggi della cessione del quinto

Rispetto ai finanziamenti tradizionali la cessione del quinto assicura diversi vantaggi importanti. Innanzitutto, si tratta di un prestito garantito, poiché grazie alla tutela dell’assicurazione obbligatoria vengono sempre protetti gli eredi, sui quali non ricadranno i debiti del familiare in caso di decesso prematuro. La cessione del quinto offre inoltre un tasso d’interesse fisso, per beneficiare di una rata costante durante tutta la durata del rimborso, senza brutte sorprese o aumenti improvvisi dell’importo da pagare.

Allo stesso tempo, questo prestito permette di ottenere somme elevate, infatti in base al reddito netto mensile l’importo massimo può raggiungere i 75 mila euro. Un aspetto da non sottovalutare è il maggiore controllo sul debito per evitare situazioni complesse difficili da gestire, in quanto la limitazione del 20% per la rata mensile consente di non indebitarsi eccessivamente, mantenendo sempre una capacità di spesa adeguata.

I prestiti con cessione del quinto sono anche facili da amministrare: il pagamento viene realizzato con la trattenuta diretta, pertanto il richiedente non dovrà occuparsi di nulla una volta ottenuta la somma dalla banca, evitando così ritardi e disguidi che possono causare multe e sanzioni. Inoltre, non è necessario fornire ulteriori garanzie oltre alla busta paga o al cedolino della pensione e vi è la possibilità di estinguere il prestito in modo semplice e veloce per cancellare il debito prima del termine naturale.

Le differenze tra la cessione del quinto e il prestito personale

Dipendenti e pensionati hanno due opzioni a disposizione per ottenere credito al consumo: la cessione del quinto o il prestito personale. Le differenze tra questi due strumenti sono numerose, per questo motivo è importante conoscerle nel dettaglio al fine di essere in grado di prendere una decisione consapevole.

Con la cessione del quinto la rata può arrivare al 20% della pensione o dello stipendio, il pagamento avviene con trattenuta diretta e non servono garanzie supplementari. Il prestito personale prevede il rimborso a cura del debitore, quindi bisogna definire le modalità di pagamento con la banca e ricordarsi ogni mese di realizzare il versamento.

La rata con il prestito personale non è vincolata al limite del 20%, tuttavia occorre prestare attenzione a livelli elevati di indebitamento, in quanto potrebbero causare problemi e ridurre la capacità di spesa nel corso del rimborso. Lo stesso vale per le garanzie, poiché rispetto alla cessione del quinto potrebbero essere richieste tutele aggiuntive; inoltre in caso di segnalazioni al Crif il prestito non può essere erogato.

In conclusione, la cessione del quinto è senz’altro un prestito vantaggioso e versatile, adatto anche alle persone segnalate come cattivi pagatori, protegge contro un eccessivo indebitamento ed è piuttosto facile da richiedere. Non a caso è uno dei prestiti più gettonati per lavoratori dipendenti e dai pensionanti, in quanto offre un accesso al credito rapido ed efficiente per soddisfare la maggior parte delle esigenze.