Codice 1655: a cosa si riferisce? Come si usa nel modello F24?

112

Nel Modello F24, il codice tributo permette ai datori di lavoro, che operano come sostituti d’imposta, di recuperare tutte le imposte erogate ai propri dipendenti, che possono usufruire del cosiddetto bonus Renzi. Per saperne di più, si può continuare a leggere questa pagina.

A cosa serve

Questo codice è stato generato dall’Agenzia delle Entrate nel 2014, in modo che i datori di lavoro possono recuperare il bonus Irpef, ovvero gli 80 euro in busta paga dei lavoratori, soprattutto se questi ultimi hanno più datori di lavoro e un reddito superiore di 26,000 euro.

Esso viene utilizzato sia dai soggetti pubblici che privati, e si usa se l’azienda in questione versa una somma superiore a quella stabilita di diritto dal bonus Renzi (che raggiunge un massimo di 100 euro), e si ricorre al ravvedimento operoso, come specificato dal Decreto Legislativo numero 472 del 1997.

Come inserirlo nel modello F24

E’ tramite il modello F24 per pagare le tasse che il datore di lavoro può recuperare questo credito. Come per molti altri codici tributo, anche il 1655 va inserito nella sezione “Erario“, tra le Imposte Dirette – IVA, Ritenute alla fonte ed altri tributi e interessi.

Di questa sezione è necessario compilare le colonne che riguardano il codice, la “rateazione/ regione/ prov. /mese rif (ovvero il numero del mese di riferimento, ad esempio marzo si indica con il numero 03), l’anno di riferimento e gli importi a credito compensati. Se si è poco pratici nel compilare i moduli per le tasse, è bene richiedere la consulenza di un commercialista o del CAF, in particolare per calcolare il saldo totale A e B.