Come scegliere la carta di credito migliore? Alcuni consigli utili

36

Le carte di credito sono uno strumento utile per effettuare i propri acquisti, ripagando le spese sostenute a saldo o tramite rateizzazione, a seconda delle proprie esigenze. Allo stesso tempo non tutte le carte sono uguali, infatti è importante sottoscrivere un servizio adeguato, facile da gestire e caratterizzato da costi contenuti. Vediamo alcuni consigli utili, per capire come scegliere tra le migliori carte di credito disponibili quella più adatta alle proprie necessità.

Attenzione al circuito della carta di credito

Il primo aspetto da considerare prima di richiedere una carta di credito è il circuito sulla quale opera, una caratteristica importante dalla quale dipendono molte funzionalità della carta. Quelli più diffusi ed efficienti sono Visa e MasterCard, in grado entrambi di offrire avanzati sistema di sicurezza anche per le transazioni online, costi di cambio in altre valute piuttosto bassi e un’elevata compatibilità.

Le carte di credito Visa e MasterCard sono accettate in ogni paese, è possibile ritirare contanti presso tutti gli sportelli automatici, sia in Italia che all’estero, inoltre dispongono di tecnologie sofisticate, come la modalità Contactless per i pagamenti senza digitare il codice PIN. Altri circuiti sono Maestro, il quale è leggermente meno internazionale come servizio rispetto ai primi, oppure American Express e Diners, non sempre accettati dovunque e con commissioni un po’ più alte della media.

Controllare sempre i costi della carta di credito

Per scegliere la carta di credito giusta è fondamentale verificare i costi, applicati dalla banca in base al circuito e al tipo di operazione. Le spese possono essere fisse o variabili, vincolate ad esempio all’importo ritirato presso un ATM all’estero. Per conoscere i costi delle carte basta leggere attentamente il foglio informativo, che ogni istituto di credito o società finanziaria deve mettere a disposizione dei clienti, come previsto dalle normative di legge.

In particolare è importante controllare soprattutto alcune commissioni, a seconda delle operazioni che bisogna effettuare, ad esempio prelievi, pagamenti rateizzati, rimborsi a saldo o acquisti online. Allo stesso modo vanno analizzati con attenzione i costi indiretti, richiesti per alcuni servizi come l’emissione della carta, oppure il blocco e la sostituzione in caso di furto e smarrimento. Da non sottovalutare è anche la possibilità di ricevere un rimborso, qualora dopo il furto della carta di credito qualcuno effettui degli acquisti non autorizzati.

Verificare i servizi di internet banking per gestire la carta

Oggigiorno è indispensabile che sia possibile gestire la carta di credito online, tramite piattaforme web e applicazioni per i dispositivi mobili. Le migliori carte di credito in circolazione propongono avanzati sistemi telematici, integrati all’interno dei servizi di internet banking degli istituti di credito. In questo modo è possibile monitorare online le spese effettuate, ricevere notifiche e avvisi ad ogni acquisto realizzato, oppure modificare alcune opzioni come i limiti della carta, senza recarsi in filiale.

Soprattutto la gestione tramite app è molto utile, per controllare la carta direttamente dal proprio smartphone in mobilità, verificano in ogni momento i parametri e disponendo pagamenti e altre operazioni online. Non da meno è la presenza di servizi di assistenza digitali, oltre ai classici customer care telefonici, poiché in alcuni casi potrebbe essere impossibile entrare in contatto telefonicamente con la centrale di supporto. Servizi digitali come l’assistenza virtuale e la chat online sono decisamente molto vantaggiosi oggi.

Analizzare i limiti di spesa della carta di credito all’estero

Avere una carta funzionale in Italia, ma che quando ci si reca all’estero presenta limitazioni e restrizioni, sicuramente non è molto utile. Per scegliere la carta di credito giusta è essenziale analizzare l’internazionalità dello strumento, nello specifico le soglie di spesa disponibili nei vari paesi del mondo, i costi applicati per le operazioni all’estero e il tasso di cambio applicato per i movimenti in divise differenti dall’euro.

Di solito vengono proposti costi fissi e commissioni variabili, tuttavia bisogna sempre controllare per non ritrovarsi con una spiacevole sorpresa, quando ormai è troppo tardi. Se siete persone che viaggiano spesso, o che passano lunghi periodi lontano dall’Italia, è importante che la carta di credito sia flessibile, economica e facile da gestire. In particolare è necessario verificare se è possibile gestire i limiti della carta, aumentando o diminuendo le soglie in base alle proprie necessità.

Carte di credito a zero spese o con canone: qual è la soluzione migliore?

Molte banche e società finanziarie propongono carte di credito a zero spese, ovvero senza nessun costo di attivazione, emissione e gestione. In pratica si tratta di carte a canone zero, una proposta senza dubbio interessante per risparmiare sui costi fissi, tuttavia bisogna fare attenzione. L’assenza del canone infatti potrebbe celare dei costi nascosti, ad esempio delle commissioni più elevate su alcune operazioni, oppure delle funzionalità ridotte che limitano di fatto l’uso della carta.

Spesso la soluzione migliore è optare per un servizio di buona qualità, dunque a pagamento, versando un canone non eccessivamente alto ma con il quale ricevere un servizio adeguato. Non bisogna farsi attirare da offerte troppo vantaggiose e competitive, o almeno è importante verificare sempre con grande attenzione il servizio offerto, per evitare di acquistare un prodotto non in linea con le proprie necessità. La scelta della carta di credito migliore non è una decisione semplice, perciò bisogna prendersi tutto il tempo necessario e valutare ogni proposta con calma.