Cosa sapere sulla Borsa Italiana

85

Il mercato finanziario del nostro Paese è gestito, come noto, da Borsa Italiana, una società che ha sede a Milano in piazza Affari. Tra i compiti di questa società ci sono, tra l’altro, l’ammissione degli operatori delle negoziazioni e degli strumenti finanziari, la loro sospensione e la loro esclusione. Ma non è tutto, perché Borsa Italiana si occupa anche di gestire gli obblighi di emittenti e operatori e di monitorare le negoziazioni. L’esecuzione in tempo reale degli scambi viene assicurata da intermediari internazionali e nazionali, che sono connessi con il mercato per mezzo di un sistema di negoziazione elettronico. In sintesi, Borsa Italiana si pone l’obiettivo di massimizzare l’efficienza dei mercati, la loro competitività, la loro trasparenza e la loro liquidità, in una prospettiva di sviluppo.

Gli orari di Borsa Italiana

In Italia, gli orari borsa standard vanno dalle 9 del mattino alle 5 e mezza del pomeriggio: è durante questo lasso di tempo che possono avere luogo le contrattazioni. Per quel che concerne i titoli delle società con alta capitalizzazione (le cosiddette blue chip), l’asta di apertura si svolge dalle 8 alle 9: in quest’ora vanno in scena la pre-asta, la validazione e l’apertura. Tra le 9 e le 17.25, poi, tocca alla negoziazione continua. Infine tra le 17.25 e le 17.30 è la volta dell’asta di chiusura, sempre composta da pre-asta, validazione e chiusura.

Come si svolgono le aste

Sia nel caso dell’asta di apertura che nel caso dell’asta di chiusura le fasi di pre-asta si possono concludere in un momento incluso nell’ultimo minuto di tali fasi. Quando la fase di asta di apertura si conclude, poi, ha inizio la fase di negoziazione continua.

Come è organizzata Borsa Italiana

Il Comitato per le Nomine, il Comitato di Consultazione, il Collegio Sindacale e il Consiglio di Amministrazione sono gli organi sociali di Borsa Italiana. Il Comitato di Consultazione resta in carica fino a quando rimane in vigore il Consiglio di Amministrazione, il quale a sua volta ha una durata di 3 anni. Borsa Italiana si caratterizza per la presenza di alcuni indici azionari noti in tutto il settore degli investitori. Il FTSE Star, per esempio, rappresenta le società che fanno parte del segmento Star; il FTSE All-Share, invece, rappresenta tutte le azioni che sono quotate sull’MTA. Ci sono, poi, il FTSE Italia Mid Cap e il FTSE MIB: il primo rappresenta le 60 azioni più capitalizzate e liquide che sono quotate sul mercato; il secondo, invece, sintetizza l’andamento delle 40 azioni più capitalizzate e liquide che sono quotate sulla Borsa.

I mercati di Borsa Italiana

Sono quattro le categorie in cui possono essere distinti i mercati gestiti da Borsa Italiana: dei derivati, degli ETP, azionari, obbligazionari e fixed income. I mercati azionari comprendono il Mercato Telematico Azionario e il Mercato degli Investment Vehicles. Il Mercato Telematico Azionario include il segmento Star, che riguarda quelle società che si impegnano ad attenersi a standard di eccellenza per ciò che concerne la corporate governance, la trasparenza informativa e la liquidità. Si tratta di un mercato regolamentato nel quale vengono negoziati i diritti di opzione, le obbligazioni convertibili e le azioni.

I mercati obbligazionari e fixed income

Sono diversi i settori in cui sono suddivisi i mercati obbligazionari e fixed income: per esempio il Mercato Telematico delle Obbligazioni, che rappresenta il solo mercato obbligazionario regolamentato del nostro Paese. Inoltre c’è il sistema multilaterale di negoziazione ExtraMOT, che è stato concepito per fare in modo che gli investitori e gli operatori potessero espandere l’assortimento di strumenti obbligazionari disponibili per gli investimenti.