Doxa: di che cosa si occupa questa azienda? Come contattarla?

86

L’azienda della Doxa è specializzata in ricerche ed analisi del mercato, utili per investire o lanciare un prodotto. Chi vuole saperne di più sulle sue attività, può continuare a leggere questa pagina.

La sua storia

La Doxa, il cui nome in greco significa “opinione”, venne fondata a Milano nel 1946, da Pieropaolo Luzzato Fegiz (1900-1989), docente dell’Università di Trieste. Il professore aveva studiato le metodologie dei sondaggi di opione negli Stati Uniti, e allora decise di applicarle anche in Italia, diventando un pioniere, in tale campo. La Doxa, in quegli anni, fondò a sua volta anche il network Gallup.

Il suo primo importante sondaggio, venne condotto nell’aprile della sua fondazione, su un campione di seimila persone, intervistate per il referendum che si sarebbe tenuto il 2 giugno, e tale sondaggio dimostrò come la maggior parte degli intervistati fosse favorevole alla nascita della Repubblica Italiana. Tre anni dopo, divenne nota per via di un sondaggio sulle prime elezioni politiche italiane. Sempre nel 1948, Einaudi su richiesta del ministro del Bilancio di allora, Luigi Einaudi, fece un’indagine sul reddito nazionale, seguita da una successiva due anni dopo per la Banca d’Italia.

Negli anni successivi, l’istituto fece sia indagini per prodotti di mercato che per questioni politiche e sociali, sviluppandosi dal 2000 in poi sul piano digitale, per raccogliere sempre informazioni e fornirle.

Quali informazioni trovare sul sito ufficiale

Visitando la pagina ufficiale dell’azienda, è possibile trovare già nella Homepage diverse ricerche dell’azienda, e chi ha in mente un tema specifico può trovarlo tramite il motore di ricerca della pagina. Ad esempio, un sondaggio effettuato nel 2015, chiedeva se la democrazia rappresentava il miglior sistema di governo, ed il risultato è stato che il 76 % degli intervistati, a livello mondiale, abbia risposto di sì, e le zone del mondo in cui livello di fiducia per la democrazia è alto sono l’Europa Occidentale, l’Africa e il Nord d’America ed il paese che sembra crederci di più (con il 96 %) è la Svezia.

Una delle ricerche effettuate in ambito economico, nel 2021, ha riguardato le PMI italiane e la sostenibilità. Dai sondaggi effettuati sembra che un’azienda su tre (circa l’80% delle piccole e medie imprese intervistate) ritiene di integrare la sostenibilità tra i criteri guida e le scelte strategiche aiuti ad uscire più rapidamente dalla crisi dovuti alla pandemia da COVID-19. Anche le banche sono emerse in questa ricerca come un punto importante di riferimento.

Chi desidera contattare l’azienda, per una particolare ricerca di mercato o richieste e preventivi, può farlo sempre nella sezione “Contatti” del sito ufficiale, in cui vi è un form da compilare. Non sono indicati numeri di telefono o indirizzi e-mail per l’assistenza clienti, ma sono presenti, sempre in questa pagina, gli indirizzi della società a Milano e a Roma, e di queste si possono trovare i contatti online.