E-pharmacy: come gestire un e-commerce farmaceutico

20

Con la pandemia il settore dell’e-pharmacy è cresciuto in modo significativo, grazie all’aumento dell’acquisto online di farmaci senza prescrizione medica e di prodotti per il benessere e la salute. E-commerce specializzati come ellefarma.com hanno ottenuto un forte riscontro da parte degli utenti, offrendo un’esperienza d’acquisto online semplice, veloce e conveniente molto apprezzata dai consumatori.

Secondo Iqvia, nei primi 8 mesi del 2022 il giro d’affari dell’e-pharmacy in Italia è stato di 470 milioni di euro, con oltre 45 milioni di prodotti venduti. Tra gli articoli più richiesti si confermano gli integratori alimentari, in grado di generare un giro d’affari di 227 milioni di euro nel periodo tra gennaio e agosto 2020, seguiti dai prodotti per la cura della persona e dai medicinali OTC-SOP.

Si tratta di un fenomeno in consolidamento, dunque, capace di mantenere il trend di crescita anche nel post-covid, confermando il cambiamento delle abitudini degli italiani e la preferenza per l’acquisto su internet dei prodotti per la salute e il benessere. In questo contesto sono aumentati anche gli operatori del settore, tuttavia non è facile gestire un e-commerce farmaceutico e parafarmaceutico in un mercato che diventa ogni giorno più competitivo.

Come funziona uno store farmaceutico online

Le leggi italiane consentono la vendita online di farmaci da banco, ovvero medicinali per i quali non è necessaria la prescrizione medica. Allo stesso tempo, è necessario ottenere l’autorizzazione da parte del Ministero della Salute, garantire informazioni chiare e complete in linea con il Codice del consumo e avere già un negozio fisico.

Sono abilitati all’e-pharmacy quindi le farmacie, le parafarmacie e gli health corner, mentre sono esclusi i grossisti e i distributori che non hanno un proprio punto vendita fisico. Anche il sito web deve essere in linea con le regole previste dalle normative di legge, ad esempio in merito alla registrazione delle vendite, agli adempimenti fiscali e al trattamento e protezione dei dati sensibili degli utenti.

Le categorie di prodotti che possono essere vendute in un e-commerce farmaceutico sono diverse, tra cui farmaci da banco senza ricetta medica, medicinali omeopatici, dispositivi di protezione individuale, dispositivi medici, prodotti di bellezza, integratori alimentari, cosmetici e articoli generici per il benessere e la cura della persona non soggetti a restrizioni.

Per quanto riguarda prezzi, sconti e promozioni, esiste delle limitazioni sui farmaci mentre gli store farmaceutici hanno più libertà sugli altri prodotti. Ad esempio, mentre sui medicinali senza ricetta medica devono essere applicati gli stessi sconti nei canali online e nei negozi fisici, offrendo lo stesso prezzo a tutti gli acquirenti, sugli altri articoli i gestori possono scegliere liberamente la scontistica.

Come ottimizzare un e-commerce farmaceutico

Trattandosi di un settore molto competitivo, i gestori degli e-commerce farmaceutici devono adottare strategie ottimali per migliorare l’esperienza degli utenti e incrementare le vendite in modo conforme alla legge. In particolare, innanzitutto bisogna fornire informazioni chiare, dettagliate e trasparenti, attraverso una corretta comunicazione sul sito web e i canali associati al portale come i profili social.

Inoltre, lo store online deve proporre un processo d’acquisto semplificato, che in pochi passaggi consenta all’utente di scegliere il prodotto, verificare i dati dell’ordine ed eseguire il pagamento. Bisogna anche offrire varie modalità di pagamento per soddisfare ogni esigenza degli internauti, ad esempio proponendo oltre alla classica carta di credito anche soluzioni digitali come PayPal e i wallet virtuali, compreso il bonifico e il contrassegno per chi ha meno competenze digitali.

È importante mettere a disposizione degli utenti anche un ampio catalogo di prodotti, informazioni dettagliate su ogni articoli in vendita ed evidenziare i prodotti più popolari e richiesti per facilitare l’acquisto. Ovviamente non deve mancare un supporto dedicato per i clienti, tramite centralino telefonico e live chat, oltre a un servizio di spedizione efficiente, rapido ed economico per migliorare il tasso di conversione.