Euro cent rari: quali sono? Come si possono collezionare?

106

L’euro è valuta comune ufficiale dell’Unione Europea dal 1° gennaio del 2002, ed è presenta, attualmente, in diciannove dei ventotto paese che ne fanno parte. Tra le monete, ve ne sono alcune che sono dei veri e propri pezzi da collezione. Ma quali sono? Dove si possono reperire? E quanto costano?

I centesimi rari

Ci sono dei centesimi di euro che sono veramente rari. Tra quelli da un centesimo, quelle rari sono dei pezzi che riportano sul retro l’immagine della Mole Antonelliana, anziché quella del Castel del Monte, che in realtà si trova sulle monete da due centisimi. Anche il suo diametro e è diverso, perché le sue misure corrispondono a quello dei due centesimi. Di queste monete ne esisteranno circa un centinaio, ed il loro valore si dovrebbe aggirare tra i 2500 e i 3000 euro, ma a delle aste il loro prezzo è arrivato a 6000 euro.

Anche tra le monete da due centesimi, ce ne sono di rare, tra quelle coniate dal Vaticano, che non presentano segni di usura, ed il cui valore arriva a 200 euro. Ci sono, poi, monete da dieci centesimi del 2002, e possono valere sui 230-280 euro.

Delle monete da venti centesimi, possono valere sui cinquanta euro, per degli errori nella coniatura o perché fatte con esuberi di metalli.

Altre monete rare

Oltre a questi centesimi, vi sono delle monete rare, come quelle da due euro finlandesi, di cui ne sono state coniate solo un milione nel territorio, e per le quali i collezionisti possono arrivare a pagare tra i trenta e cinquanta euro.

Lo stesso si può dire di monete da uno o due euro sloveni, coniate tra il 2002 ed il 2003 che hanno una tiratura maggiore, e possono arrivare fino a dodici euro l’una. Altre di Malta, sempre per le loro tirature, valgono sette volte il loro valore facciale.

Tra le monete da due euro rare, si possono includere anche quelle greche, dove se ne possono classificare un paio interessanti, e che valgono sempre tra i trenta e i cinquanta euro.

Se ci si chiede se esistono anche delle banconote rare, la risposta è sì: si riconoscono i pezzi da collezione perché presentano più numeri o meno, rispetto alle altre. La Banca Centrale Europa aveva emesso dei biglietti di prova, e questi ultimi possono partire dai 750 ai 2500, a seconda degli specimen.

Come acquistarle

Per acquistare queste monete rare a cui si è accennato (ed altre ancora), è possibile farlo tramite le aste online, iscrivendosi a siti sicuri, e facendo attenzione alle truffe.

Le truffe, possono essere evitate non solo scegliendo siti sicuri, ma facendo ricerche sulle monete o sul pezzo da collezione che si desidera acquistare, per assicurarsi che il loro prezzo sia proporzionale al valore effettivo, da cui partono le offerte.