Novità fiscali 2020: ecco quali sono state le principali e a chi hanno interessato

48

Non è sempre semplice riuscire a stare dietro alle novità fiscali che ogni anno si presentano. Del resto, è importante per i contribuenti informarsi periodicamente sui cambiamenti, così da non correre il rischio di eventuali multe o perdita di agevolazioni di cui poter usufruire. Andando a ritroso, è possibile venire a conoscenza delle novità fiscali degli anni passati, in questo caso vediamo quali sono state le novità fiscali 2020. Sicuramente hanno interessato diverse categorie. Scopriamo insieme cosa è successo per le novità fiscali 2020.

Novità fiscali 2020: ecco quali sono state le principali e chi hanno interessato

Le novità fiscali risalenti al 2020 hanno interessato sia detrazioni fiscali che bonus. Tra le detrazioni, ritroviamo:

  • Modifica del regime forfettario per coloro che hanno dichiarato un guadagno che si aggirava tra i 65.000 euro (non inclusi) ai 100 mila euro. Mentre, per coloro che hanno dichiarato un regime forfettario pari al 15% è stato introdotto nuovamente il limite di 20 mila euro
  • L’IMU e la TASI non dovevano più essere presentati più il 30 giugno ma la consegna è slittata al 31 dicembre
  • Introduzione dell’imposta sui servizi digitali, pari al 3% sull’ammontare dei ricavi dichiarati nel corso dell’anno. L’imposta precedente sui servizi digitali è stata abrogata dalla Legge di Bilancio del 2019.
  • L’obbligo dell’applicazione della marca da bollo per le fatture trasmesse elettronicamente
  • Le PMI si sono viste posticipare il credito d’imposta in caso di partecipazione a manifestazioni internazionali di settore e del credito d’imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno, oltre all’istituzione del Fondo «Cresci al Sud» a sostegno della competitività e della crescita delle PMI con sede legale nel Sud Italia.
  • Abolizione del Canone Rai: un’agevolazione rivolta a coloro che hanno superato i 75 anni di età, con un reddito che non vada oltre gli 8 mila euro complessivi l’anno.

Novità fiscali 2020: ecco quali sono stati i principali bonus e chi hanno interessato

Così come per le detrazioni fiscali, anche i bonus nel 2020 hanno subito alcuni cambiamenti, alcuni sono stati introdotti, altri modificati e altri modificati. Eccone alcuni:

  • Bonus Sport: esteso anche per l’anno 2020, con la Legge 145/2018, art 1, comma da 621 a 626. Nell’anno in questione è stata estesa la possibilità di poter usufruire del credito d’imposta in caso di erogazioni finalizzate a interventi di manutenzione e ampliamento rivolte a impianti sportivi pubblici, così come per la realizzazione di nuove strutture, sempre rientranti in quelle sportive pubbliche.
  • Bonus Asili Nido: anche questo bonus, nel 2020, è stato confermato, rimodulato e incrementato sempre in base alle soglie ISEE.
  • Bonus Facciate: si tratta di un bonus che permette di detrarre dall’imposta lorda del 90% le spese finalizzate a interventi per restaurare le facciate di edifici urbani, localizzati in particolari zone, così come interventi di pittura e tinteggiatura esterna. Ovviamente, le spese devono essere tutte regolarmente documentate. Ù
  • Ecobonus: nel corso del 2020, si sono susseguiti una serie di detrazioni fiscali finalizzati a incentivare lavori di ristrutturazione di edifici con lo scopo di migliorare l’efficienza energetica.