Prestito Smartika: come richiederlo? E cosa c’è da sapere?

161

Dal 1° luglio 2023, la piattaforma Smartika, che si occupava di prestiti, si è fusa con Banca Sella, che è diventata titolare dei trattamenti ai clienti. Ma come funzionava il prestito Smartika? Che cosa bisogna fare per richiederlo adesso? E chi può richiederlo? Con quali modalità? Ci sono delle spese?

Il prestito Smartika

Il prestito emesso dal sito Smartika si poteva richiedere online, e i potenziali clienti dovevano avere un minimo di 18 e un massimo di 75 anni. L’importo finanziabile andava da 1000 a 3000 euro per la durata di un anno, da 1000 a 10000 per un periodo che andava da due a quattro anni, e da 5000 a 10000 per l’arco di tempo dai cinque ai sette anni.

Per questo tipo di prestito non erano previste imposte di bollo o spese annuali o mensili, ma potevano esserci quelle assicurative, pari allo 0,13% dell’importo finanziato. Il tasso annuale poteva variare a seconda dell’importo scelto.

Si poteva richiedere postando un documento di identità, il codice fiscale, una bolletta di utenza intestato, il modello unico delle tasse e le due ultime buste paga per lavoratori dipendenti o un cedolino per i pensionati, e un estratto conto, bancario o postale. Una volta adempite tutte le richieste, l’approvazione del prestito veniva comunicato tramite e-mail e il cliente poteva ricevere subito il bonifico.

Il prestito oggi

Dopo la fusione con Smartika, sembra che per i clienti non sia cambiato nulla, fatta eccezione per il nome del titolare. I nuovi clienti, invece, possono richiedere prestiti direttamente alla Banca Sella.

Per informarsi sui prestiti, è possibile visitare l’apposita sezione sul sito della banca online, Essa ha modalità e condizioni diverse dalla Smartika, ma la durata del finanziamento richieste e il tasso relativo sono più ampi. Si può partire, infatti, da quello di 48 mesi, da 612,70 euro e un tasso fisso dell’8,20 %, a uno di 120 rate mensili, da 313,40 euro al mese e un tasso fisso dell’8,76 %. Anziché farlo online, il prestito deve essere richiesto recandosi di persona a una succursale della banca. Tuttavia, tale procedura è sempre semplice e veloce, e si può utilizzare anche il proprio Smartphone, per farla, e gli importi si possono sempre ricevere in tempi brevi.