Una carriera nella consulenza del debito: Intervista a Cristian Brandini

332

Oggi parliamo di Piano Debiti, azienda italiana specializzata in procedure di esdebitazione, attraverso l’applicazione di specifiche normative previste dapprima dalla Legge 3/2012 e successivamente dal Codice della Crisi d’Impresa e dell’Insolvenza. Il lavoro portato avanti con professionalità e dedizione da Piano Debiti in questi anni è proprio quello di porre rimedio alla situazione debitoria della persona che vi si rivolge e permetterle di ripartire da zero.

Piano Debiti è una realtà di fama nazionale e ogni anno aiuta tantissime persone ad uscire da situazioni insostenibili, donando una nuova e ritrovata serenità. Per capire meglio come opera questa azienda, oggi intervistiamo Cristian Brandini, consulente del debito specializzato che ci aiuterà a capire la mission di questa importante impresa italiana. 

  1. Di cosa si occupa in Piano Debiti?
    Fondamentalmente? Di aiutare le persone.
    Il mio obiettivo è sempre quello di cercare vie di uscita da situazioni di difficoltà economica, che possono provocare situazioni di depressione e disperazione, portando, in alcuni casi, le persone a scelte drastiche ed irreversibili. Quando questo è possibile è sempre una gioia. 
  1. Quali sono gli obiettivi da raggiungere quando un cliente decide di rivolgersi a lei?
    Ci vuole molto coraggio per raccontare ad uno “sconosciuto” le proprie difficoltà, soprattutto quando si tratta di problemi economici. Le persone spesso provano vergogna e hanno il timore del giudizio altrui. Questo coraggio va premiato: riportare serenità alle persone è il mio primo obiettivo. Si tratta di un processo lungo e complesso, fatto di alti e bassi, perché spesso la strada da percorrere è tortuosa e richiede tempi lunghi. L’incipit però è fondamentale, quindi spiegare bene alle persone che incontro che si può fare, che occorre pazienza, ma non saranno più soli ad affrontare i loro problemi offre quella spinta iniziale che porta il primo squarcio tra le nubi. Ogni volta che incontro un cliente che mi stringe la mano con gli occhi bassi quando arriva, e che invece mi saluta con un sorriso ed una stretta di mano decisa quando se ne va, capisco che abbiamo imboccato la strada per raggiungere l’obiettivo primario.
  1. Cosa farebbe se non potesse aiutare un cliente?
    Perché non dovrei potere aiutare un cliente? Non credo che esistano situazioni in cui non possa portare qualche beneficio. Anche solo ascoltare la storia che quella persona è venuta a raccontarmi può essere d’aiuto, inoltre non penso che esistano situazioni irrisolvibili, ci possono essere situazioni che si sceglie di non risolvere per i più svariati motivi, ma una soluzione esiste sempre: una sola cosa nella vita è senza soluzioni…
  1. Cosa l’ha spinta a intraprendere una carriera nella consulenza e cosa la motiva ogni giorno?
    Ritorniamo direttamente alla prima domanda, la spinta è stata la possibilità di aiutare le persone. Ciò che mi motiva ogni giorno è vedere la fiducia che le persone ripongono in me e nel mio lavoro. Ovviamente, inoltre, ogni risultato positivo, ogni omologa, ogni volta che il cliente esce materialmente dal tunnel in cui era finito, mi dà la spinta ad andare avanti con decisione sempre maggiore. 
  1. Qual è stato il suo più grande successo in Piano Debiti?
    Sempre l’ultimo ottenuto, ma il prossimo sarà ancora più grande.