Home > Investimenti > Azioni > Emotività negli investimenti

Emotività negli investimenti

emotività negli investimenti

Emotività negli investimenti? Quanto veniamo condizionati dall’emotività nelle scelte d’investimento? La finanza comportamentale cosa tratta? Ci può aiutare? E come?




L’ emotività negli investimenti è un fattore di rischio che deve essere preso in seria considerazione. Spesso si tende a sottovalutalo, con pesanti conseguenze sotto l’aspetto economico e della propria salute. L’emotività negli investimenti è oggetto di studi della finanza comportamentale, che spiega in modo scientifico i modelli di comportamento, al riguardo ho riportato dei libri sull’emotività negli investimenti nella nostra pagina di libri sul trading.

Venendo all’operatività, oggi stiamo vivendo  nella tempesta economico finanziaria o ne siamo usciti? Come dovremmo comportarci, investire oggi o aspettare? Sono domande che vengono riportate quotidianamente dai media con risposte di tutti i tipi, ma che possono generare più dubbi che soluzioni. Atteniamoci, come più volte riportato al nostro asset allocation che verrà aggiornato in base ad informazioni, che volutamente abbiamo deciso di ritenerle utili per i nostri ragionamenti in termini economico finanziari.

Gli esempi di voler gestire l’emotività negli investimenti sono notevoli e portano a risultati diversi tra investitore ed investitore.

Ognuno di noi ha la sua visione sulla gestione del proprio patrimonio, piccolo o grande che siam ma non è mio scopo approfondire metodi e procedure, che potrete trovare nei libri, pongo delle domande, che reputo basilari:

  • qual’è la mia preparazione in ambito economico finanziario?
  • quali sono le mie esigenze economiche e quando ne avrò bisogno?
  • sono disponibile ad accettare delle perdite e di che importo sul mio capitale?

In base alle risposte, che vi sarete dati, inizierete a mettere la basi di quella che è una pianificazione economico finanziaria, indispensabile per realizzare i vostri progetti. Dobbiamo immaginarci un bilancio dove avremo riportato i nostri assets, che potranno essere in forte utile ma anche in forte perdita, l’importante è l’utile del periodo, in genere l’anno, ma soprattutto l’incremento del patrimonio nel tempo.

Pertanto l’emotività negli investimenti può essere gestita con gli investimenti che meglio rispondono al nostro carattere, a nessuno piace perdere soldi, ma proprio perchè investo corro un rischio, che posso però cercare di contenere e circoscrivere. L’alternativa è tenere il denaro in contante, ma dove? E ci sentiamo proprio così sicuri?

 

Gianfranco Mozzali

Sommario
Emotività negli investimenti
Nome articolo
Emotività negli investimenti
Descrizione
emotività negli investimenti Quanto veniamo condizionati dall'emotività nelle scelte d'investimento? La finanza comportamentale cosa tratta? Ci può aiutare?
Autore
Nome Publisher
www.economia-finanza.it
Logo Publisher
Print Friendly, PDF & Email