Come si diventa analisti finanziari? Quanto si può guadagnare?

36

Gli analisti finanziari giocano un ruolo importante sul fronte economico, in quanto studiano ed analizzano la redditività e le prospettive economiche di un’azienda. Ma come si diventa tali? E a quanto ammonta il loro stipendio?

Come diventare analista finanziario

Se si vuole diventare analisti finanziari, sono obbligatori degli studi economici, a cominciare dal diploma di ragioneria ed in seguito alla laurea in economia, e ciò significa studiare materie come statistiche, economia aziendale, tecniche commerciali e contabilità. Dopo la laurea ci sono specializzazioni e master in analisi finanziaria. Dopo la formazione, un’analista può cercare lavori presso delle aziende, anche all’estero, o specializzarsi ulteriormente in borsa. Per ulteriori riconoscimenti professionali è possibile frequentare corsi presso l’AIAF (Associazione Italiana Analisti Finanziari) o la SIAT (Società Italiana Analisi Tecnica).

Tra le varie competenze formative che un’analista acquisisce c’è la capacità sintesi, ovvero la capacità di analizzare dati, sia economici che finanziari, ed evidenziarne gli aspetti più importanti per capire gli andamenti di un’azienda o del mercato. Egli, inoltre, ha anche capacità di problem solving, e si deve tenere aggiorno sulle norme relative all’economica, oltre che a possedere doti relazionali, il che include anche un’approfondita conoscenza della lingua inglese.

Cosa fa e quanto guadagna un’analista finanziaria

Tra i vari compiti che ha un’analista ci sono il leggere e valutare i bilanci di un’impresa, nonché il valore e l’andamento di quest’ultima, informarsi sul costo del denaro, valutare varie fonti di finanziamento e di fattori a rischio, occuparsi delle formulazioni del budget, conoscere le agevolazioni fiscali e i mutui e le legislazioni doganale, fiscali e tributarie, intrattenere rapporti con le banche, studiare i portafogli di investimenti e le tempistiche di entrata ed uscita dai mercati.

In media, un’analista finanziario guadagna 43000 euro all’anno, ma all’inizio della carriera parte dai 24000 euro. A fine carriere, invece, tale somma può arrivare a 90000 euro annui. In Italia, le offerte di lavoro per gli analisti finanziari vengono soprattutto da Milano, la sede della Borsa italiana, seguita da Roma, Torino, Bologna e Firenze. La maggior parte degli analisti (circa il 62 %) sono uomini e all’estero possono arrivare a guadagnare anche somme più alte. In Svizzera, ad esempio, l’ammontare annuale dello stipendio di un’analista è di circa 105979 euro, mentre in Germania è di 58500 euro ed in Francia di 61900 euro.