Home > Investimenti > Azioni > Derivati i CFD

Derivati i CFD

Investire in CFD

Che cosa sono i CFD? Investire in CFD? Che investimenti sono i CFD, sono derivati? CFD e l’economia

Plus500

Il CFD (Contract for Difference) è un prodotto derivato, il cui valore si basa su un sottostante. Il contratto che è stipulato, tra le due parti una venditrice e l’altra acquirente, riguarderà l’importo economico che maturerà in base alla variazione di valore dell’attività sottostante, tra il momento che l’operazione è aperta e quello in cui la stessa viene chiusa.

Con un esempio spero di chiarire meglio il funzionamento.

Mi rivolgo a un broker autorizzato a operare come plus500 e acquisto il CFD sull’azione che ho individuato. Il valore  seguirà quello dell’azione , e in base alla variazione avvenuta sul prezzo dell’azione tra il momento dell’attivazione e la chiusura, avrò un utile od una perdita. L’importo sarà il risultato economico della scelta fatta inizialmente, sulla previsione d’incremento dell’azione o viceversa di diminuzione.

Se avrò attivato un CFD che prevedeva l’aumento del valore dell’azione e così è stato, avrò guadagnato, viceversa se l’azione sarà scesa di prezzo.

Che differenza esiste tra un’azione e il CFD.

E’ il possesso fisico del titolo che nel caso del CFD, essendo un derivato, non avviene e pertanto non si potrà partecipare e votare alle assemblee. In ogni caso vengono offerti gli stessi benefici economici dei titoli azionari, come utili e dividendi.

IL CFD è negoziato sui mercati OTC, che essendo mercati non soggetti a regolamentazione specifica, possono offrire delle condizioni operative ed economiche interessanti per l’investitore. Il contratto che è stipulato tra l’investitore e la società che offre questo servizio , determinerà una posizione aperta, che non ha termini di scadenza. La posizione si chiuderà quando sarà compiuta un’operazione opposta alla prima. La società sia in caso di guadagno o di perdita comunque addebiterà le spese e le commissioni.

Il vantaggio di operare con i CFD è quello concernente la possibilità di negoziare sul margine avvalendosi della leva finanziaria che permette di poter investire un capitale maggiore di quello effettivo. Al momento che apro un rapporto, ho la possibilità di utilizzare solo una parte dell’importo che serve per comprare o vendere l’azione o il sottostante.

Questa possibilità mi consente di poter operare contemporaneamente su più titoli e anticipare i movimenti dei mercati.

Per contenere il rischio sul capitale che si vuole investire, è consigliabile inserire degli ordini con limiti di vendita o acquisto, proprio per evitare di andare a intaccare in modo pesante il capitale, nel caso non fossero corrette le previsioni d’investimento . Nel caso opposto, più si riesce a far “correre” il sottostante prima di chiudere la posizione, maggiori saranno i guadagni.

I CFD, come abbiamo visto, sono forme d’investimento che richiedono esperienza o consulenti preparati, in particolare per la velocità nelle decisioni. Teniamo presente che sono operazioni che si aprono e chiudono, nella maggior parte dei casi nella giornata.

Gianfranco Mozzali

Print Friendly, PDF & Email

2 thoughts on “Derivati i CFD

Lascia un commento