Cassa mutua Ministero Interno: ecco cos’è e di cosa si occupa

492

La Cassa Mutua di Assistenza e Previdenza per il Personale Interno è una società cooperativa senza fini di lucro, il cui Presidente Onorario è lo stesso Ministro dell’Interno, che offre vari servizi ai suoi soci. Ma chi può diventare tale? Quali sono i servizi di cui possono usufruire?

Chi può aderirvi

Per usufruire dei servizi di questa cassa, occorre diventarne soci, e possono fare domanda il personale dirigente e direttivo del Ministero dell’Interno, il personale tecnico di quest’ultimo (come i contabili, i tecnici informatici, etc), i dipendenti civili dell’amministrazione dell’Interno ed il persone di ruolo transitato in amministrazioni che possono essere sempre sotto la vigilanza di questo Ministero.

Secondo lo statuto sociale di questa Cassa Mutua, per associarsi bisogna compilare una domanda di ammissione, disponibile in formato pdf sul sito ufficiale della Cassa, da inviare al Consiglio di Amministrazione, e pagare una quota sociale pari a 25,82 euro, nonché un sovrapprezzo mensile di 12 euro.

Se si hanno dei dubbi, si può contattare la Cassa tramite i contatti indicati nella pagina web ufficiale, ovvero numeri di telefono ed indirizzi e-mail diversi per ogni tipo di esigenza.

I servizi

Sono diversi i servizi offerti da questa associazione, come i prestiti, il cui tasso è del 3 %, oppure dei contributi straordinari, in particolare per i figli dei soci, che possono usufruire di soggiorni estivi oppure di borse studio, che possono ammontare a somme che vanno dai 150 ai 500 euro, a seconda del titolo di studio che si vuole conseguire. Ci sono vantaggi anche per i pensionati iscritti alla Cassa, che continuando ad essere soci, pagando una quota sociale mensile di 14 euro.

Per richiedere uno di questi servizi, è necessario compilare dei moduli da inviare al Consiglio di Amministrazione, sempre disponibili sul sito ufficiale della Cassa, nella sezione dedicata alla modulistica.