Delibera mutuo positiva: come funziona? Cosa comporta?

296

La delibera del mutuo positiva è quando la banca rilascia il suo parare per effettuare questo pagamento al cliente, e si impegna ed erogarlo. Ma con quali criteri un istituto di credito rilascia il mutuo? Cosa bisogna fare?

Come ottenere un mutuo

E’ bene sapere, innanzitutto, cosa fare per richiedere ed ottenere un mutuo. Generalmente, chi lo richiede si rivolge alla propria banca, ma anche la scelta di quest’ultima può dipendere dal confronto dei mutui offerta.

Una volta scelto l’istituto di credito, sarà necessario fornire una documentazione che comprende i dati anagrafici di chi richiede il finanziamento, la residenza, l’attuale abitazione, la composizione del nucleo familiare e quindi anche delle persone a carico, la propria occupazione e l’anzianità di tale lavoro e servizio, in quale settore si opera, la propria qualifica professionale e il reddito netto annuale e mensile, il valore e la descrizioni di unità immobiliari, eventualmente, e una dichiarazione che non si hanno altri prestiti in corso.

La delibera

Una volta consegnati questi documenti, la banca prende in considerazione determinati elementi per effettuare la delibera, ovvero il reddito di chi lo richiede, il valore dell’immobile che il richiedente vuole acquistare (se è per questo che richiede il mutuo), l’idoneità legale di quest’ultimo e la presenza di garanzie prestate da terzi.

Per valutare tutti questi fattori, i tempi della delibera possono variare da banca a banca, in quanto queste ultime devono effettuare perizie ed occorrono i tempi tecnici. Possono durare dal minimo di una decina di giorni fino a un mese. La concessione del mutuo, tuttavia, avviene solo quando l’istituto di credito può fissare una rata che non superi il 33 % del reddito del richiedente, in quanto devono essere compatibili con le risorse e le possibilità di quest’ultimo.

Può deliberare tale assenso solo un perito della banca, e se il suo responso è positivo, la banca può procedere nello stipulare il contatto con il richiedente, oppure un notaio può farlo in un secondo momento dopo la delibera, e l’erogazione del mutuo avviene nel corso di uno o due mesi. Anche le spese del suddetto perito sono a carico del cliente.