Posizione economica C1: ecco cosa c’è da sapere su di essa e sullo stipendio

2293

Nell’ambito pubblico, le posizioni si possono distinguere in varie sigle, dalla B1 alla D7 e qui, in questa pagina, si possono trovare informazioni sulla posizione economica C1. Buona lettura!

La posizione economica C1

Presso gli impieghi pubblici, la posizione economica C1 fa riferimento ad un’area professionale in cui gli impiegati sono a conoscenza di varie metodologie di sistema e processi di gestione. Tra queste figure professionali, rientrano: il collaboratore capo, il consigliere tecnico, il collaboratore tecnico capo, il consigliere amministrativo, l’interprete linguistico, etc.

Tra le competenze di questa posizione rientrano attività di programmazione e controllo, studio, gestione, collaudo e direzione del lavoro. In ambito informatico, il collaboratore C1 deve sapere usare i programmi di analisi elettroniche e meccaniche. Il traduttore, invece, deve sapere parlare almeno due lingue straniere.

L’istruttore amministrativo

Una figura professione che rientra in questa categoria è quella dell’istruttore amminiistrativo, che fa parte dell’ufficio anagrafico, occupandosi di documenti, come la carta d’identità o il certificato di matrimonio, etc. Questa figura si può trovare anche presso gli uffici elettorali, in cui svolge il compito di tenere e revisionare le liste elettorali e le certificazioni ad esso relativi, oppure nell’ufficio di stato civile, che amministra e cura le pubblicazioni matrimoniali.

Per ricoprire tale posizione è necessario superare un concorso, che consiste in tre prove, ovvero:

  • la prova preselettiva scritta, con domande a riposta multipla o chiusa di cultura generale o di logica;
  • la prova scritta, che include materie di diritto costituzionale ed amministrativo, l’ordinamento degli enti locali, il procedimento amministrativo, il testo unico in materia di documentazione amministrativa, i diritti, gli obblighi e le responsabilità di un dipendente pubblico, informatica ed una lingua straniera;
  • la prova orale, in cui si valutano le competenze linguistiche ed informatiche.

I requisiti per accedere a tale concorso, oltre ad una maggiore età, godere dei diritti civili e politici, etc, è necessario essere in possesso di una diploma o una laurea, a seconda dell’ente presso cui si fa domanda. Per quanto riguarda lo stipendio, chi rientra nella categoria professione C1 percepisce in media 1350 euro al mese.