Aprire subagenzia assicurativa: ecco chi può farlo e come

154

In un campo vasto come quello delle assicurazione, aprire una subagenzia, ovvero una filiale, di una delle tante compagnie, può rivelarsi un buon investimento, soprattutto se si desidera fare carriera in tale campo. Ma come si apre una filiale? E chi ha i requisiti per farlo?

I requisiti

E’ bene capire chi può aprire una subagenzia assicurativa, e quali sono i requisiti necessari. Ovviamente, un subagente deve essere iscritto al RUI (Registro Unico degli Intermediari), per il quale bisogna superare un esame alla fine di un corso professionale e il versamento di una tassa. E’ anche importante aver maturato come minimo tre anni di esperienza nel campo assicurativo. Chi fa domanda per questo ruolo, non sembra che debba avere un titolo specifico di studi, anche se i laureati in economia sicuramente sono avvantaggiati, dal punto di vista formativo.

Un intermediario assicurativo deve essere poi alle dipendenze di un agente assicurativo, che ponga delle firme sulle polizze ed abbia esperienza in questo campo. Le competenze devono estendersi anche a quelle di promuovere contratti e riscuotere premi. Questa attività lavorativa è piuttosto dinamica, e bisogna sempre seguire corsi di aggiornamento, per compensare delle lacune ed essere sempre informati sull’andamento dei mercati.

Come aprire una filiale assicurativa

Per aprire una filiale assicurativa, ci sono vari procedimento burocratici, a cominciare dall’apertura di una partita IVA, presso l’Agenzia delle Entrate, l’iscrizione alla Camera di Commercio, e la regolarizzazione della propria posizione all’INAIL e all’INPS. Tutte queste procedure, si possono fare anche per via telematica, in modo da velocizzare i tempi, ma è bene sempre affidarsi ad un professionista, anche per evitare delle sanzioni.

Bisognerà trovare, in seguito, una buona zona nei centri abitati, dove collocare il proprio ufficio, e con esso i mezzi informatici necessari. Non bisogna trascurare nemmeno l’aspetto pubblicitario, per far conoscere la propria subagenzia, ma se si ha già a che fare con una banca o una compagnia assicurativa già nota, sono questi ultimi ad indicare a potenziali clienti della zona la filiale, soprattutto online.

I costi per aprire una filiale, possono ammontare a circa 10000 euro, ma è possibile richiedere dei finanziamenti, come per altre aziende, alle banche oppure a dei programmi specifici, come le “Nuove Imprese a tasso zero”, promosso dall’Invitalia, oppure quelli proprio per i giovani imprenditori, dai 18 ai 35 anni. Gli enti governativi possono anche concedere fino al 75 % dell’investimento calcolato, a seconda dei casi. Uno dei metodi più sicuri per aprirla, poi, è sempre il franchising.