Calcolo valore immobiliare: su quali criteri bisogna basarsi per calcolarlo?

253

In caso di compravendita, locazione o altro, è importante individuare il valore mercato di un immobile, che sia per uso privato o lavorativo, e ci sono dei criteri da seguire per calcolarlo. Per saperne di più, si può continuare a leggere questa pagina.

Il calcolo del valore di un immobile sul mercato

Per il calcolo del valore di un immobile, a livello di mercato, è necessario moltiplicare la superficie commerciale per le quotazioni al metro quadro e i coefficienti di merito. La superficie vendibile dell’immobile, a sua volta, si deve calcolare sommando le superfici coperte, quelle usate come terrazze, balconi, giardini, etc, e le quota delle percentuali delle superficie delle pertinenze. Queste quote al metro quadro sono poi stabilite dall’OMI (Osservatorio del Mercato Immobiliare), che si basano per calcolarne il valore in base alla zona in cui si trova l’immobile, al periodo risalente la compravendita e al prezzo pattuito in quel periodo.

I coefficienti di merito, invece, sono relativi proprio alle caratteristiche dell’immobile. Per il piano, ovvero il seminterrato, il giardino, il primo piano, il secondo piano, etc, i coefficienti da considerare vanno dal 5 al 30 %, mentre per lo stato locativo variano dal 5 al 100 %, il riscaldamento dal 2 al 5 %, lo stato di conservazione, la luminosità e l’esposizione dal 5 al 10 %.

Chi vuole calcolare il valore esatto dell’immobile in questione, può rivolgersi comunque a professionisti o agenzie, che possono anche incaricarsi di eventuali vendite.

Gli errori da non fare quando si vuole vendere

Una domanda che sorge spontanea, se l’immobile in questione è locato, è quali sono le condizioni in cui si può vendere. E’ necessario, prima di mettere il suddetto immobile in vendita, informare l’inquilino, e quest’ultimo, se interessato a comprarlo, può avere la precedenza su altri acquirenti. In ogni caso, è bene mantenersi in buoni rapporti con l’inquilino, per facilitare la scissione del contratto. Volendo, il compratore può anche concedere al locatore di continuare a vivere o lavorare nell’immobile, in modo da ricavare a sua volta un reddito.

Ci sono anche altri punti a cui fare attenzione quando si vuole vendere una casa per evitare errori, ovvero:

  • avere tutti i documenti in ordine, inclusa un eventuale licenza per edificare;
  • ripulire e riordinare l’immobile, soprattutto se si tratta di una casa, e in quest’ultimo caso è importante liberarla dagli oggetti, se si fotografano gli ambienti da mostrare a un possibile acquirente;
  • sfruttare al meglio la luce, mostrando in modo chiaro l’ambiente;
  • effettuare dei lavori di ristrutturazione, se necessario, non limitandosi a dei piccoli lavori, e ciò vale anche per giardini e altre pertinenze;
  • essere disponibili e flessibili, con gli eventuali compratori, soprattutto se vengono di persona a visitare l’immobile;
  • rivolgersi ad un’agenzia immobiliare, che non solo può stimare il valore giusto dell’immobile sul mercato, ma essere di supporto anche per la vendita.