Esenzione 031: che cos’è e come si ottiene?

175

In Italia, l’ipertensione arteriosa colpisce il 33 % degli uomini ed il 31 % delle donne, in media, e se non viene curata nel modo adeguato può portare al danneggiamento degli organi. Per questo, è possibile richiedere l’esenzione 031. Se si vuole sapere che cos’è e come ottenerla, si può continuare a leggere.

Cos’è e come funziona l’esenzione 031

Questa esenzione permette di non pagare il ticket, per esami clinici e farmaci, se si è affetti dall’ipertensione, ed essa prevede cinque codici, che vanno dal 401 al 405, per distinguere lo stadio della malattia e la sua gravità.

L’elenco degli specifici esami, è stato suddiviso in due tipologie dal Ministero della Salute, ovvero quelli senza danno degli organi e quelli con. Di queste prestazioni, l’esenzione copre:

  • alcuni esami del sangue, come il prelievo del sangue venoso o il potassio;
  • esami delle urine;
  • ecografia cardiaca, ed altri prestazioni simili.

A questi esami, si può aggiungere un elenco di farmaci, che l’esenzione ricopre, che variano sempre per il numero dei codici sopra accennati.

Chi può richiederla e come

A prescindere dal reddito, questa esenzione può essere richiesta da chiunque sia affetto da ipertensione arteriosa, che viene classificata, dal Ministero della Salute, come malattia cronica. Importante, è comunque specificare a che stadio sia la malattia, per cui il codice può variare, e fare in modo che il paziente in questione non paghi il ticket per le prestazioni e il farmaci di cui ha bisogno.

Per ottenerla, non è necessario fare una richiesta specifica: dopo che il medico ha diagnosticato la patologia, rilascia un certificato che attesta che il paziente ne è affetto, e questo gli da’ diritto all’esenzione. Per quanto riguarda la scadenza, è bene chiedere al proprio medico curante se è illimitata o bisogna rinnovarla annualmente.