Professioni nel mondo del governo: ecco quali sono e come fare domanda

53

Quante volte avrete sentito parole di invidia nei confronti di chi occupa un posto nel governo? Ecco, andiamo a vedere quali sono le professioni nel mondo del governo e come fare, quale percorso seguire, per poter provare a fare domanda.

Professioni nel mondo del governo: ecco quali sono

Le professioni nel mondo del governo sono ovviamente specifiche, e tra queste rientrano: Presidente della Repubblica, Senatore, Ministro, Parlamentare, Sindaco e Segretario. Vediamo, di seguito, alcune indicazioni su come fare per ricoprire uno di questi ruoli.

Professioni nel mondo del governo: ecco quali sono e come fare domanda

In molti ambiscono a voler lavorare nel mondo del governo, ma sembra realmente un mondo parallelo e totalmente irraggiungibile per i tradizionali lavoratori. Non esiste un percorso di studi o una laurea specifica che fornisca i requisiti per poter ricoprire questi ruoli, o comunque che ne agevoli la formazione e la nomina. Quindi, anche se in molti rimarranno delusi, affermiamo che non è possibile alzarsi una mattina e decidere di fare domanda o presentare curriculum per ricoprire un ruolo al governo. Vediamo, ora, in base alle diverse professioni, e in modo sintetico, il percorso necessario per poter ricoprire un determinato ruolo.

Presidente della Repubblica

Tanto per cominciare, per essere Presidente del Governo bisognerà avere cittadinanza italiana, aver compiuto i 50 anni d’età e godere dei diritti civili e politici. Il presidente della Repubblica in Italia viene eletto dal Parlamento in seduta comune. Si vota a Montecitorio, e per giungere a ricoprire il ruolo bisogna avere la maggioranza di due terzi dell’assemblea. Dopo il terzo scrutinio, se non viene trovato un accordo, è sufficiente la maggioranza assoluta.

Senatore

I senatori devono essere eletti suffragio universale e diretto dagli elettori che hanno già compiuto 25 anni. Gli stessi senatori per essere eletti devono aver compiuto il quarantesimo anno. Secondo quanto riportato dal primo comma dell’articolo 59 della Costituzione, i presidenti della Repubblica al termine del mandato e salvo rinuncia, diventano senatori di diritto e a vita.

Ministro

Per diventare Ministro, è necessario essere un cittadino italiano con regolare cittadinanza, possedere una fedina penale pulita e godere di tutti i diritti politici, l’inserimento all’interno della politica. I ministri possono essere scelti, come avviene nella maggior parte dei casi, tra i membri del Parlamento, oppure anche al di fuori dello stesso.

Parlamentare

Per diventare parlamentare, la nostra legislazione prevede che ciascun cittadino che goda dei diritti politici e civili possa candidarsi per il ruolo. Avvicinarsi al mondo della politica non è difficile, si potrà iniziare frequentando un movimento politico che rispecchi le proprie idee, anche a livello locale. Ovviamente, è necessario conoscere bene le leggi e tutto ciò che riguarda l’ambito politico.

Sindaco

Per diventare sindaco, come prima cosa è necessario informarsi sulle pratiche necessarie per presentare la candidatura nel proprio comune e poi avere l’appoggio di un partito politico. Bisogna aver compiuto la maggiore età, e non vi sono altri requisiti specifici. Il sindaco viene eletto dai cittadini iscritti nelle liste elettorali del comune a suffragio universale e diretto ed è membro di diritto del consiglio comunale.

Segretario Comunale

Per diventare segretario comunale è necessario possedere una Laurea in Giurisprudenza, Scienze politiche, Economia, oppure un attestato di Scuola superiore della pubblica amministrazione locale, essere iscritti all’Albo dei segretari comunali e aver superato il concorso pubblico predisposto proprio per ricoprire questo ruolo.