Come diventare un trader professionista

276

Sei alla ricerca di una guida che possa indicarti nel dettaglio come diventare un trader professionista? Molto bene, l’hai trovata!

In questo approfondimento ti daremo una serie di informazioni utili per intraprendere un percorso da zero, con l’obiettivo di arrivare ad un livello davvero alto.

Prima di entrare nello specifico però, è bene premettere un aspetto molto importante: come tutte le attività, anche quella del trading non si impara dall’oggi al domani.

Per poter dire di essere un trader è necessario avere ben fissati tutti i concetti relativi all’utilizzo delle piattaforme, le dinamiche di mercato, le analisi tecniche e molti altri fattori.

Per diventare un trader professionista non sono necessari una laurea o attestati particolari, ma è indispensabile una conoscenza della materia trasversale e approfondita. Quindi, più si è informati e più si ha probabilità di ottenere risultati positivi. Per partire nel modo giusto, uno dei primi consigli che vogliamo darti è quello di aprire un conto demo senza effettuare alcun deposito. Potrai così mettere in pratica ciò che impari, senza rischiare di perdere nulla.

Come diventare un trader professionista indipendente

Fatta questa rapida analisi dei vari elementi da prendere in considerazione, ora andiamo a scoprire più nel dettaglio come diventare un trader professionista indipendente, ovvero senza avere alcun tipo di relazione con datori di lavoro o clienti.

Non dovrai rendere conto a nessuno, se non a te stesso, e – tramite un percorso difficile, ma molto stimolante – potrai trasformare questa attività in un lavoro. Certo, non si tratta di un’attività semplice.

Dipende anche da quanta determinazione hai, perché in certi momenti lo stress può alzarsi e non poco. Per fare (bene) trading online c’è bisogno di almeno tre fattori fondamentali (oltre alle competenze).

  • Sangue freddo
  • Non lasciarsi entusiasmare da eventi positivi o abbattere da quelli negativi
  • Capacità di prendere decisioni in poco tempo

Studiare e aggiornarsi è dunque di fondamentale importanza, ma non è tutto. Inoltre, per diventare un trader professionista è indispensabile conoscere e imparare ad utilizzare la piattaforma di trading. Conviene iniziare con una adatta ai principianti, per poi salire di livello. Molto importante è anche frequentare (e saper leggere con intelligenza) i siti specializzati in grafici e analisi tecniche.

Gli step per diventare trader professionista

Nel corso degli anni le piattaforme di trading si sono evolute a tal punto che al loro interno molto spesso si possono trovare anche gli strumenti grafici.

Per operare e diventare un trader professionista è indispensabile una piattaforma di trading adeguata (qui scopri cos’è un broker, qui invece c’è una buona lista), ovvero un software in cui effettuare concretamente gli ordini sul mercato. In sostanza la piattaforma permette di piazzare gli ordini al broker con cui si opera.

Capire come funziona la piattaforma e tutte le sue funzionalità è davvero molto importante per chiunque voglia diventare un trader professionista.

La possibilità di operare con un conto demo a budget virtuale si presenta come un’ottima occasione per imparare senza rischiare alcunché. In questo modo potrai anche prendere confidenza con tutti gli aspetti della piattaforma e delle varie situazioni che puoi ritrovarti ad affrontare.

Il secondo step per diventare trader è imparare a capire le dinamiche di mercato, e cioè riuscire a rispondere a domande tipo: cos’è che fa variare il prezzo di un’azione o di una criptovaluta? E di una materia prima? In generale, cosa fa variare il prezzo di un asset?

Ovviamente ciascun mercato ha le sue specifiche, con peculiarità e aspetti da seguire maggiormente.

Per intraprendere questa attività, una delle domande più importanti a cui bisogna saper rispondere è la seguente: cosa può far variare un prezzo?

Infine, gli ultimi due passaggi per diventare un trader professionista indipendente sono le due analisi, ovvero quella fondamentale e quella tecnica. Per analisi fondamentale si intende l’analisi di tutti quegli elementi che possono contribuire a far variare il prezzo, tra cui eventi, dati e informazioni.

L’analisi tecnica cerca invece di definire il prezzo futuro di un asset.